7 dicembre 2018

Agricoltura verticale, un nuovo progetto di Specchio in tre scuole medie torinesi

 

Articolo di Angelo Conti

Specchio dei tempi ha sostenuto, in passato, attraverso il Bando Griot anche una giovane start-up pinerolese, la Girofarm, specializzata nello sviluppo di prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico inerenti all’agricoltura verticale.
Il progetto “Gf-Education” di Girofarm sarà quest’anno sperimentato in tre scuole medie del Torinese, messo a disposizione degli istituti scolastici dalla Fondazione Specchio dei tempi. E’ rivolto ai ragazzi delle scuole medie, che si concretizza nel laboratorio di sperimentazione con lo scopo di diffondere la cultura della coltivazione verticale e dell’uso delle tecnologie innovative 4.0. Il GF‐Lab non sarà solamente un laboratorio ma luogo di conoscenza attiva, di incontro, di scambi di esperienze tra agricoltori, ragazzi, insegnanti, adulti e innovatori dove si comprenderà il legame fra l’origine dei prodotti coltivati e la loro finalità. Necessitando di spazi limitati può essere agevolmente sviluppato anche in istituti scolastici del centro città.

Tra gli obiettivi principali di GF‐Education vi sono:
− lo sviluppo di saperi trasversali;
− la riscoperta del contatto con la terra ma con approcci innovativi;
− sensibilizzare bambini e ragazzi alla cura della propria salute attraverso un’alimentazione corretta;
− favorire l’acquisizione di una “forma mentis” verso il rispetto della natura e delle risorse attraverso una logica di economia circolare;
− comprensione dei concetti di biodiversità, ecosistemi, ecologia basica, rispetto ambientale, sviluppo sostenibile;
− insegnare ai ragazzi tecniche di sperimentazione, misura e monitoraggio della crescita degli ortaggi da loro coltivati;
− facilitare e promuovere esperienze fortemente inclusive per garantire anche ai diversamente abili di partecipare alle attività;
− utilizzare le tecnologie 4.0 che faranno parte del lprogetto.

Condividi con i tuoi amici

Commenta con il profilo Facebook

Commenti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *