05/05/2017

SPECCHIO DEI TEMPI PER I PICCOLI PROFUGHI DI MOSUL

 SPECCHIO DEI TEMPI PER I PICCOLI PROFUGHI DI MOSUL

 

 
E’ il luogo più pericoloso e difficile del mondo. Qui la morte è di casa tutti i giorni. Ed i bambini sono quelli a pagare il prezzo più alto, anche in termine di vite. Parliamo di Mosul, la cittadina da mesi sotto attacco dell’Isis e dei 250.000 profughi che si trovano intorno ad Erbil, appena 77 chilometri più in là, in sei grandi campi profughi. Specchio dei tempi ed i lettori de La Stampa non potevano restare insensibili di fronte alle immagini terrore che i media ci hanno portato in casa. E andremo ad aiutare quei bambini.
Lo faremo da subito, lanciando anche un sottoscrizione. Destinatari sono i piccoli profughi che da Mosul si sono rifugiati ad Erbil. Nonostante l'impegno diretto dell'Onu, la loro situazione resta molto critica. Le maggiori difficoltà le hanno ovviamente i bambini (si stima circa 40.000) per cui l'obiettivo è la creazione di "Children's friendly space", cioè delle piccole oasi da realizzare accanto ai campi, dove possano essere curati, assistiti, confortati e posti anche nella condizione di giocare.
In zona opera, da marzo,  il GUS (Gruppo Umana Solidarietà), partner di Specchio dei tempi da circa vent'anni per interventi sia in Italia e sia in paesi lontani (Sri Lanka, India, Nepal) . IL suo intervento è stato sollecitato da alcune associazioni di volontariato curde che non riescono più a gestire l'ondata dei profughi. Il presidente del Gus, Paolo Bernabucci, ha spiegato: “Cominceremo innanzitutto  un’attività educativa, per riportare di fatto a scuola bimbi che hanno dimenticato cosa sia. Lo facciamo anche per dare un segno in direzione della costruzione di una società pacificata, dove culture, lingue e religioni molto diverse possano coabitare in un clima di rispetto reciproco e collaborazione. Partire dai bambini è obbligatorio. Concretamente, vorremmo attrezzare sei spazi ricreativi e di educazione pensati soprattutto per i più fragili:  minori con forti traumi, bambine vittime di brutali violenze, disabili, appartenenti a minoranze etnico-religiose come gli yazidi”.
L’area di intervento saranno i principali campi profughi di Erbil, una città curda dell'Iraq, capoluogo del governatorato di Arbil e della regione del Kurdistan iracheno. Nel 2010 la sua popolazione era di circa 1,3 milioni di abitanti. È situata 77 chilometri ad est di Mosul ed ospita ora fra 220 e 250.000 profughi provenienti da quella città. La previsione è che i profughi possano salire a 500.000 entro l’anno. Il target del nostro intervento saranno i bambini da 6 a 14 anni. Da assistere anche diverse decine di bambine vendute negli anni scorsi come schiave, il cui recuperò è particolarmente impegnativo soprattutto sotto il profilo psicologico. Specchio dei tempi e Gus saranno ovviamente sempre presenti in quell’area attraverso un capoprogetto italiano parlante curdo, una decina di volontari della Ong e, appena possibile, anche 4 volontari del Servizio Civile.
 
COME VERSARE. Con un bonifico sul conto corrente intestato a Fondazione - La Stampa Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, Iban: IT14 P033 5901 6001 0000 0117 200, indicando Fondo 599 “Piccoli profughi”. Oppure tramite conto corrente postale numero 1035683943, intestato a Fondazione La Stampa - Specchio dei tempi sempre indicvando Fondo 599 “Piccoli profughi”. . Oppure ancora agli sportelli La Stampa in via Lugaro 21 a Torino (anche con carta di credito o bancomat) dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19 (sabato e domenica 16-19). E’ possibile utilizzare la carta di credito anche con donazioni online sul sito www.specchiodeitempi.org.  E’ disponibile anche una app gratuita, raggiungibile da tutti i telefonini (basta digitare da uno store “specchio dei tempi”), attraverso la quale è possibile inviare contributi. Tutti i versamenti (esclusi quelli in contanti) sono fiscalmente deducibili. Info 011.6568376;  specchiodeitempi@lastampa.it;  www.facebook.com/specchiodeitempi/, www.specchiodeitempi.org

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

 

VAI ALLA CAMPAGNA DONA ORA

 

© Copyright 2016 Fondazione La Stampa - Specchio dei tempi O.N.L.U.S. - CF 97507260012