Tutoraggio, il progetto arriva anche nella provincia di Torino

Di Angelo Conti

Ieri sera a Balangero (Torino), ospiti dell’omonimo Istituto Comprensivo e della dirigente Maurizia Bianco, Specchio dei tempi e Fondazione Ferrero hanno dato il via nei tre plessi di questa scuola (oltre a Balangero anche Mathi e Cafasse) all’attività di tutoraggio che coinvolge 51 studenti. Il progetto è ideato da Fondazione Ferrero e sostenuto e ampliato da Fondazione Specchio dei tempi (con un contribuito economico di Banca Intesa).Presente anche il sindaco di Balangero, Romeo.

Complessivamente sono 31 le scuole che ospitano quest’anno progetti di tutoraggio sostenuti economicamente da Specchio dei tempi.

Il tutoraggio amplia l’offerta formativa del liceo Berti

di Angelo Conti

C’è su tutti i giornali: il liceo delle scienze umane e linguistico Domenico Berti è il più richiesto della città. Siamo così contenti, noi di Specchio dei tempi e gli amici della Fondazione Ferrero, di avere un pochino contribuito a questo successo, arricchendo l’offerta formativa dell’istituto con il tutoraggio. Anche il preside Jean Claude Arnod, che ha presenziato alla firma dei patti fra gli studenti, si è detto soddisfatto dell’iniziativa: “Ci aspettiamo un importante aiuto per migliorare il profitto degli studenti in difficoltà”. Quest’anno il tutoraggio è proposto da Specchio dei tempi in 31 scuole, fra cui 12 istituti superiori.

Tutoraggio anche alla Bobbio, per aiutare i quartieri più difficili

Il tutoraggio di Specchio dei tempi e della fondazione Ferrero è attivo quest’anno in 31 plessi scolastici, con particolare attenzione a quelli nelle zone più critiche della città. Diverse scuole sono nell’area nord, Barriera di Milano, Aurora e Madonna di Campagna. La preside, della Bobbio (dove negli scorsi giorni c’è stata la firma dei patti), Antonietta Nusco, ha sottolineato che il progetto consente ai ragazzi in difficoltà anche di questi quartieri di raggiungere importanti risultati e che per la Bobbio è un onore poter non solo replicare il progetto, per il terzo anno, ma estenderlo ad entrambe le sedi, Via Ancina e Via Santhià.
Impegnate le docenti storiche, Ilaria Ceccon e Giovanna Russiello, e le new entry Caterina Belcastro e Paolo Piscitello.

Tutoraggio, quando il primo della classe aiuta il compagno in difficoltà

Articolo di Angelo Conti

Più di milleduecento studenti coinvolti, di oltre 70 classi, in 28 scuole di Torino e provincia. Ecco i numeri di “Sostegno Orizzontale Studenti – S.O.S”, ormai uno dei più importanti progetti italiani di “peer education” (in cui i migliori aiutano chi è in difficoltà) che partirà nei prossimi giorni. Grazie alla collaborazione delle Fondazioni Giuseppe Ferrero e La Stampa – Specchio dei tempi, nonché al contributo di Banca Intesa San Paolo, quest’anno il progetto sarà realizzato in 28 Istituti del territorio torinese e metropolitano, scelti attraverso un bando pubblico con il supporto dell’Ufficio Scolastico Regionale. L’obiettivo è semplice, dare supporto a chi ha bisogno di uno stimolo in più per affrontare gli impegni scolastici. Grazie a S.O.S. le scuole organizzeranno pomeriggi di studio all’interno dei propri locali per permettere a ragazzi in difficoltà di colmare le proprie lacune grazie all’aiuto dei loro stessi compagni, che vestiranno i panni di tutor, supervisionati da un insegnante. L’obiettivo non è solo quello di migliorare il voto scolastico, ma anche quello dì avvicinare i ragazzi a temi quali la solidarietà, la condivisione e l’empatia. “I punti di forza del nostro progetto sono fondamentalmente due – racconta il Presidente della Fondazione Giuseppe Ferrero, Luca Iorfida – il primo riguarda la stipula di un vero e proprio contratto, che noi chiamiamo “patto educativo”, a firma di tutti gli attori coinvolti che sintetizza diritti ma anche i doveri di chi si impegna nel progetto; il secondo consiste nella possibilità di riconoscere, ai ragazzi che fanno da tutor ai loro compagni, un piccolo voucher da “investire” in materiale scolastico a titolo di valorizzazione del tempo e dell’impegno impiegati nelle attività”. Anche la Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi non nasconde la soddisfazione: “Questo progetto – spiega il vicepresidente operativo, Angelo Conti- cinque anni fa era attuato in una sola scuola torinese, l’Istituto Comprensivo Pertini. A noi non sono sfuggite le sue potenzialità ed abbiamo deciso di condividere con la Fondazione Ferrero il suo sviluppo, finanziando il costante aumento di scuole coinvolte. Quest’anno abbiamo al nostro fianco anche il Fondo di Beneficienza di Banca Intesa Sanpaolo che ci consente di accogliere le richieste di molte altre scuole. È il successo di una bella idea ma anche di chi ci ha creduto fermamente, impegnando risorse ed entusiasmo”.

Quest’anno verranno coinvolti gli istituti scolastici secondari inferiori del capoluogo Norberto Bobbio, Leonardo Da Vinci, Sandro Pertini, Corso Racconigi, Michele Rua, Giuditta Sidoli, Umberto Primo e quelli afferenti all’area metropolitana Scuola Media Brignone (Pinerolo), IC Piossasco 1, IC Piossasco 2, Paola Garelli (Rivalta), Franco Marro (Villarperosa), IC Balangero nelle sue tre sedi di Balangero, Mathi e Cafasse. Le scuole superiori coinvolte saranno, invece, i licei Domenico Berti, Renato Cottini, Aldo Passoni, Andrea D’Oria (Ciriè), Giovanni Francesco Porporato (Pinerolo), l’ente di istruzione professionale ENAIP, gli istituti tecnici Carlo Grassi, Ettore Majorana (sedi di Grugliasco e Torino), e Bernardo Vittone (Chieri) gli istituti di istruzione superiore Quintino Sella Alvar Aalto – Luigi Lagrange ed Albert Steiner.

Tutoraggio, insieme anche durante l'esame

Articolo di Angelo Conti

Ci scrivono due mamme, di scuole diverse e lontane, in cui Specchio dei tempi (in una con la Fondazione Ferrero e nell’altra con Acmos) ha finanziato nell’anno scolastico appena concluso iniziative di tutoraggio: i più bravi della classe che, al pomeriggio, aiutano quelli rimasti più indietro a migliorare il profitto. Un progetto nato e sviluppato all’Istituto Comprensivo Pertini e poi esteso, con l’appoggio di Specchio dei tempi, negli ultimi tre anni ad una quindicina di scuole torinesi. Bene, queste mamme mi raccontano la stessa cosa: ringraziano perchè i loro figli stanno svolgendo con sicurezza l’esame di terza media e raccontano del fatto che all’orale, accanto ai loro ragazzi, si sono presentati stamattina anche i tutor, cioè i loro compagni più bravi che li avevano assistiti negli ultimi mesi. per consentire loro di recuperare il profitto. Ecco, i “bravi” che non lasciano soli i loro tutorati nel momento dell’ultima, più difficile fatica. Poche righe, di entrambe le mamme, ma quanta soddisfazione: la crescita scolastica unita alla condivisione delle cose, delle speranze e delle paure. Sì, qualcosa di meraviglioso…

Specchio e Salgari, ecco il giornalino scolastico prodotto con i tutor di Valdocco

Articolo di Angelo Conti

Quest’anno abbiamo fatto un esperimento. Ai corsi di giornalismo (tenuti da professionisti de La Stampa e da videomakers della Reporter) che Specchio dei tempi organizza in alcune scuole primarie torinesi abbiamo aggiunto, limitatamente alla Direzione Didattica Salgari, un test di tutoraggio per la realizzazione del giornalino scolastico. L'”Urlo di Sandokan” (che è ovviamente la … testata delle scuole che afferiscono alla Salgari) è stato così prodotto sotto il tutoraggio della terza media B della Valdocco. Sempre tre classi di Valdocco stanno intanto lavorando ad un “manuale per la realizzazione di giornali scolastici” che sarà posto a disposizione, già per il prossimo anno, di tutte le scuole. Tutte queste iniziative si sono sviluppate con la diretta partecipazione e il finanziamento di Specchio dei tempi.
Grazie alla dirigente scolastica Giovanna Caputo e a Monica Fiorille della Salgari, ad Alessandro Antonioli e Valentina Benedetti di Valdocco , a Daniele Solavaggione di Reporters e soprattutto a Lucia Caretti de La Stampa.

 

Consegnati i voucher del programma di tutoraggio nei quartieri nord di Torino

Di Angelo Conti

Stamattina consegna voucher del programma di Tutoraggio, finanziato da Specchio dei tempi e realizzato da Acmos nei quartieri nord della città. Coinvolti una sessantina di ragazzi delle scuole medie Da Vinci alla Falchera, Parri-Vian a Madonna di Campagna e Morelli nel quartiere Aurora. Vicini ai ragazzi anche nei quartieri più difficili di Torino.

Tutoraggio, voucher ai ragazzi che hanno aiutato i compagni.

Di Angelo Conti

È iniziata questa mattina alla Giambattista Vico (IC Pertini) la distribuzione dei voucher (per acquisto libri) relativi al progetto di tutoraggio sviluppato da Specchio dei tempi e Fondazione Ferrero. Sono stati premiati i “primi della classe” che si sono messi a disposizione per migliorare la preparazione dei compagni in difficoltà, con doposcuola pomeridiani. Nei prossimi giorni la distribuzione toccherà anche tutte le altre scuole partecipanti al progetto. L’iniziativa, partita cinque anni fa proprio alla Pertini, il prossimo anno scolastico interesserà una ventina di istituti. Con Elena Cappai e Paola Farnia. 

Giornalini scolastici, così gli studenti imparano a scrivere insieme

Di Lucia Caretti

Grazie ai ragazzi della Scuola media don Bosco – Valdocco che ieri hanno concluso il tutoraggio con i loro compagni delle primarie Berta e Salgari. Una mattinata insieme per correggere gli articoli realizzati dai bimbi delle elementari, seguendo i consigli dei cronisti de La Stampa. Adesso ultimi ritocchi e presto il giornalino sarà pronto. Non vediamo l’ora di leggerlo ? Grandi che aiutano i piccoli. Generazioni che camminano insieme. Questo è Specchio dei tempi.️

Via al tutoraggio anche alla Sidoli

Articolo di Angelo Conti

È partito anche alla scuola media Sidoli di via Flecchia il progetto di tutoraggio ideato è gestito dalla Fondazione Ferrero e finanziato da Specchio dei tempi. L’idea è semplice: i migliori della classe aiutano i compagni più in difficoltà assistendoli nel doposcuola. Stasera la firma degli impegni da parte dei piccoli tutor che riceveranno un buono libri a fine anno pari a 5 euro ogni pomeriggio di assistenza ai tutorati. Quest’anno sono coinvolte 14 scuole.
Con Paola Farnia e Laura Buscemi.