Specchio dei tempi Coronavirus, diecimila offerte e oltre sette milioni di euro raccolti...
1 Aprile 2020

Coronavirus, diecimila offerte e oltre sette milioni di euro raccolti da Specchio

La gara di solidarietà in 22 giorni: decine di macchinari, poi camici e mascherine, per gli ospedali piemontesi.

Di Angelo Conti
Pubblicato su La Stampa il 1 aprile 2020

Diecimila donazioni. Diecimila persone hanno dato fiducia a Specchio dei tempi nella sua battaglia contro il coronavirus, a fianco di ospedali, medici, infermieri e volontari. La raccolta ha superato oggi 7.750.000 euro concretizzando la seconda sottoscrizione di sempre per Specchio dei tempi (la più consistente resta quella per l’Alluvione del 1994 in Piemonte che toccò i 25 miliardi di lire). I donors questa volta arrivano anche da 60 Paesi esteri (per complessive 550 donazioni) con in testa gli Stati Uniti (220 donazioni per 29.122 euro) e poi Regno Unito, Germania e Canada. Ma abbiamo registrato offerte anche da Guatemala, Singapore, Hong Kong, Lituania, Macao, Arabia Saudita, Sri Lanka, Taiwan. La donazione più consistente è arrivata da Lavazza (3 milioni di euro), seguita da quella della famiglia Agnelli. Molto sopra le attese la risposta delle generazioni più giovani che hanno scoperto la sottoscrizione di Specchio dei tempi su Instagram ed hanno poi donato con Satispay (1236 donazioni per 38.652 euro).

[wds id=”144″]

Motivato da tanto slancio, da 22 giorni lo staff della fondazione, affiancato da un gruppetto di volontari, lavora di giorno e spesso anche di notte per fornire agli ospedali attrezzature d’avanguardia ed a tutti coloro che le chiedono centinaia e centinaia di migliaia di dispositivi di protezione individuale. Anche ieri è stato così. Per la precisione, nelle ultime 24 ore abbiamo raggiunto venti fra ospedali (tutti i principali di Torino), Asl, case di riposo, associazioni di volontariato, nonché l’Unità di crisi della Regione Piemonte. E, sempre nella giornata di ieri, abbiamo loro donato 19.300 mascherine FFP2, 2.300 mascherine chirurgiche, 28.000 guanti, 3.000 camici, 300 visiere, 660 occhiali protettivi, 230 brick di gel, 250 manicotti e decine di saturimetri, termometri e fonendoscopi. Numeri che spingono a quasi 400.000 i dispositivi di protezione individuale distribuiti dall’inizio della sottoscrizione, 22 giorni fa.

Questi i materiali di consumo, mentre agli ospedali di tutto il Piemonte sono state donate anche decine di apparecchiature d’avanguardia, da impiegare nella cura del malati Covid, fra cui 2 tac (una all’Amedeo di Savoia, noleggiata per 3 mesi dalla Polonia, ed una al Martini in via definitiva), una ventina di ecografi polmonari e di rianimazione, altrettanti monitor parametrici, letti ed arredi per le nuove rianimazioni. Tutti gli acquisti son stati portati a termine sempre in difficili situazioni di mercato, con ordini concordati spesso all’estero: dalla Cina alla Polonia, dalla Ucraina all’Olanda.

A questo vanno aggiunte le iniziative nel sociale: dalle spese donate agli anziani (stimiamo che alla fine saranno circa 4.500) e consegnate sullo zerbino di casa, al sostegno alle madri sole, alla consegna di cibo per gli animali, all’aiuto dato alle scuole con 160 kit di sanificazione e con l’offerta di didattica a distanza (con Fondazione Agnelli e Reale Mutua). E, dai prossimi giorni, anche la fornitura di centinaia di tablet agli alunni più indigenti. Mentre sono allo studio interventi a favore delle famiglie e delle piccole attività commerciali ed artigianali.

Il presidente di Specchio dei tempi, Lodovico Passerin d’Entreves ha sottolineato la coralità dell’impegno: «Aziende, associazioni, privati e tanta gente si ritrovano insieme, con Specchio dei tempi, a sostenere questa battaglia. Bello sapere che tantissimi giovani sono con noi. Il nostro impegno resterà assoluto, sino al termine di questo dramma». Questa mattina le donazioni erano salite a 10.601 per un valore complessivo di 7.893.076 euro.

COME DONARE
Chi vuole essere con Specchio dei tempi potrà farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare l’applicazione Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.
65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario