Specchio dei tempi Haiti Vicini ai Padri Camilliani e alla scuola Lakay Mwen
3 Febbraio 2010

Haiti Vicini ai Padri Camilliani e alla scuola Lakay Mwen

ANGELO CONTI

Ha superato quota 655 mila euro, la sottoscrizione di Specchio dei tempi fra i lettori de La Stampa. Gran parte del denaro, destinato ad alleviare le sofferenze dei bimbi di Haiti, è stato già messo a disposizione delle due strutture che la nostra fondazione ha deciso di sostenere: l’ospedale pediatrico Saint-Camille dei padri camilliani e la scuola Lakay Mwen. I padri camilliani, già destinatari di un primo intervento da 50.000 euro da utilizzarsi per l’emergenza, hanno ora a disposizione altre risorse per l’acquisto ed il trasporto di generi di prima necessità (un Tir di aiuti è stato imbarcato sabato su un Boeing 767 della compagnia Blue Panorama ed ha raggiunto La Romana, a Santo Domingo, da dove ha proseguito, via terra, per Haiti). Contestualmente, ed obbedendo ad una precisa richiesta in tal senso, è stato posto nella disponibilità dei padri camilliani il denaro necessario all’arredo di una sala operatoria ortopedica: sarà così possibile acquistare un tavolo operatorio con accessori, un apparecchio per anestesia e monitoraggio, un monitor paziente, un elettrobisturi, un set di trapani ortopedici, una sega di ortopedia oltre ai pensili, alla scialitica e alla specifica strumentazione. Un’altra cospicua somma è stata invece stanziata per ripristinare completamente la sala operatoria principale che, pur funzionante, ha riportato alcuni danni dal sisma ed ha necessità di nuove apparecchiature. Nei prossimi giorni, insieme ai padri camilliani, verranno valutati i preventivi e verrà scelto il sistema di inoltro del materiale ad Haiti, considerando sempre la disponibilità offerta da Franco Pezzi, il presidente della compagnia aerea Blue Panorama, che ha voluto mettere a disposizione le stive dei suoi aeromobili.
L’altro intervento di Specchio dei tempi è a favore della Fondazione Lakay Mwen (Casa Mia) che fa capo al missionario laico Maurizio Barcaro. Qui restaureremo una scuola che ospitava ogni giorno 1500 bambini (circa 400 dei quali adottati a distanza da famiglia torinesi e del chierese). Proprio Maurizio Barcaro, dopo l’annuncio del nostro sostegno, ci ha inviato un’accorata mail: «Ringrazio Specchio dei tempi e tutti i lettori de La Stampa per la generosità, la fiducia e la prontezza con la quale hanno risposto al nostro appello. Assicuro il massimo della trasparenza e la disponibilità per qualsiasi ulteriore informazione e documentazione. Port-au-Prince è stata letteralmente devastata da questo terremoto. La gente smarrita si chiede cosa fare e come affrontare il futuro. E’ importante in questo momento stare vicino alla gente e cercare di fare quanto più possibile per alleviare le tante sofferenze. Il vostro aiuto ci garantisce la continuazione di un progetto iniziato 10 anni fa e mai come ora così importante per i bambini di Haiti. Non tanto per quanto riusciremo a fare, ma per il fatto che malgrado tutto siamo ancora qui a ricostruire e ad accompagnarli sul difficile sentiero della loro vita».
Come versare
Si può versare a Specchio dei tempi presso gli sportelli La Stampa in via Roma 80 e in via Marenco 32. Tramite bonifico sul c/c bancario intestato a: Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi; Iban: IT10 V030 6901 0001 0000 0120 118. Tramite conto corrente postale numero 7104 intestato a La Stampa – Specchio dei tempi, indicando il mittente e scrivendo la dicitura. On line con carta di credito all’indirizzo www.specchiodeitempi.org. Su questo sito sono pubblicate tutte le offerte ricevute.

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario