Specchio distribuisce le mascherine donate dagli imprenditori cinesi

Di Lucia Caretti

Come promesso, ieri abbiamo iniziato a distribuire le 60 mila mascherine che una cordata di imprenditori cinesi innamorati del Piemonte ha voluto donare a Specchio dei tempi. Insieme alla nostra volontaria  Barbara Bonansea  abbiamo cominciato dall’ Angi Italia, l’associazione italo-cinese: un modo per chiudere questo grande girotondo solidale partito da Pechino. Poi ne abbiamo consegnate migliaia a Casa Santa Luisa “il 24” Torino, la Charité e ad ACMOS, che insieme a noi assistono i senzatetto e le famiglie in difficoltà.

La fornitura era partita dalla Cina una settimana fa, dopo una cerimonia con cui i benefattori hanno voluto dimostrare la loro solidarietà verso l’Italia. Immagini riprese dalle telecamere di CnGolf TV, la tv di Liu Guogang: il capofila dell’operazione, un imprenditore dei settori neve e golf, che quest’inverno è venuto a sciare sulle montagne torinesi per valutare investimenti, e si è innamorato del territorio. “Al ritorno in Cina ci siamo messi a collaborare con l’ufficio del turismo” racconta. “L’emergenza ci ha fermato. Da subito abbiamo voluto aiutare l’Italia a vincere questa battaglia”.

I PROGETTI DI SPECCHIO CONTRO IL VIRUS
In un mese di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito ottocentomila di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 90 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 146, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 16 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

Coronavirus, 60 mila mascherine donate: una cordata di imprenditori cinesi aiuta Specchio dei tempi

Di Lucia Caretti
Pubblicato su La Stampa il 17 aprile 2020

Merito delle montagne, delle nevicate di quest’inverno, di un giovane maestro di sci di Bardonecchia che da anni lavora sui flussi turistici da Pechino alle valli olimpiche. E ha abbracciato Specchio dei tempi in una delle sfide più innovative per la fondazione: cercare aiuti per gli ospedali piemontesi anche in Cina. Tutto era iniziato un mese fa, con la traduzione in ideogrammi dei progetti della onlus. Ieri il primo risultato: 60 mila mascherine donate da una cordata di imprenditori cinesi sono atterrate a Malpensa. Specchio le distribuirà a partire da lunedì.


Liu Guogang sulle piste di Bardonecchia (a destra), in mezzo Luca Bellet

“Abbiamo conosciuto le Alpi torinesi e siamo stati accolti con calore dagli italiani: li abbiamo sentiti molto vicini” ricorda Liu Guogang, capofila dell’operazione e leader del gruppo di influencer invitati a dicembre da TurismoTorino. “Al ritorno in Cina abbiamo subito cercato di creare una collaborazione più profonda con l’ufficio del Turismo. Purtroppo l’emergenza Covid-19 ci ha bloccato. Quando l’Italia ha iniziato ad avere sempre più casi ci siamo attivati per aiutarvi a vincere questa battaglia”. Il ponte è stato Luca Bellet, 31enne bardonecchiese che insegna a sciare in mandarino e ha fondato China Italy Experience, una società che attira in Valsusa investitori come Guogang.

Liu è il presidente di una tv specializzata su neve e golf, con milioni di spettatori online. Ha convinto una cordata di imprenditori a finanziare la fornitura per Specchio: 60 mila mascherine prodotte ad hoc dall’azienda di Fu Lijia e poi inviate in Italia. Specchio dei tempi ha organizzato e finanziato la spedizione, battendo la burocrazia internazionale in tempi record. Quindi i cinesi hanno organizzato una cerimonia, in segno di amicizia, per festeggiare la partenza delle mascherine: tutto documentato dalla tv di Guogang (video sotto). Negli striscioni (in ideogrammi) si riconosce la dedica con cui sono firmate molte donazioni in arrivo dall’Oriente: “Siamo onde dello stesso mare, foglie dello stesso albero, fiori dello stesso giardino”.

Una specie di #andratuttobene di ispirazione senecana, che Specchio ha trovato pure sugli scatoloni offerti da un altro benefattore cinese: Mister Linzhijie, a cui si devono 4000 mascherine chirurgiche distribuite giovedì  all’ospedale di Rivoli. Le 60 mila mascherine da Pechino non sono destinate all’ambiente sanitario e saranno consegnate alle famiglie bisognose, all’Associazione Nuova generazione italo-cinese e a vari enti. Si aggiungeranno agli 800 mila dispositivi di protezione donati finora da Specchio e alle decine di macchinari acquistati e installati in un mese. Tutto finanziato grazie agli 8.853.253 euro raccolti: 13.229 offerte da 66 Paesi e pure da Taiwan, Hong Kong, Singapore.


La testimonial di Specchio Barbara Bonansea consegna le 4 mila mascherine chirurgiche a Rivoli

COME AIUTARE SPECCHIO DEI TEMPI
Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.
Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

Una Tac di Specchio all'Amedeo di Savoia

Di Angelo Conti
In prima linea la lotta si fa drammatica. E Specchio dei tempi c’è. Ieri abbiamo accolto l’accorata richiesta del professor Giovanni Di Perri, il primario dell’Amedeo di Savoia che sta cercando di tamponare da molti giorni una situazione insostenibile. “Ci serve una tac. E’ l’unico apparecchio che ci consente con certezza di valutare le condizioni di un paziente covid. Sia nella fase acuta e sia in quella della guarigione. La tac può anche dirci, con largo anticipo sulle risorse attuali, se un paziente può continuare il decorso a casa o se dobbiamo tenerlo qui. Con evidente vantaggi sulla disponibilità dei letti, di cui abbiamo estremo bisogno”. Specchio dei tempi ha trovato la tac. In Polonia. E l’ha affittata per tre mesi. E’ montata su un tir, che fa anche da ambulatorio. Potrebbe essere operativa già nei primi giorni della prossima settimana, se il viaggio e le frontiere da superare non rappresenteranno un ostacolo. Il team dei radiologi del Maria Vittoria, guidato dal professor Giacomo Paolo Vaudano, gestirà l’apparecchiatura. Il commissario dell’Asl Città di Torino, dottor Carlo Picco, ha voluto ringraziare tutti i nostri donors: “Sappiate che quanto state facendo è semplicemente impressionante. Un aiuto continuo e prezioso in questa nostra battaglia…”.[wds id=”133″]

 

Intanto, anche ieri, consegne di altre apparecchiature e materiali di consumo. Due sofisticate apparecchi radiologici portatili per RX torace sono state donate al Giovanni Bosco ed al Martini. E sempre in mattinata abbiamo consegnato attrezzature ed arredi per la Rianimazione alle Molinette. Ed è continuata anche la distribuzione di materiali di consumo, ieri non tanti, ma siamo in attesa di importanti arrivi la prossima settimana.
Mentre continua la consegna gratuita a domicilio delle borse spesa a 1310 anziani delle Tredicesime dell’Amicizia, abbiamo definito anche le consegne agli over 80 che partiranno martedì mattina. Sempre nella prossima settimana procederemo anche alla consegna gratuita delle borse con cibo per animali offerte dalla Morando (per prenotazioni 348 9338812).
Intanto la raccolta è salita a 6.864.745 euro grazie a 7.094 donazioni.

COME DONARE
Chi vuole essere con Specchio dei tempi potrà farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare l’applicazione Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

Specchio verso i 7 milioni di euro raccolti: oggi decine di consegne

Di Angelo Conti
Specchio non si ferma. Mentre la raccolta sale a 6.753.9412 euro grazie a 6.629 donatori, continuano gli acquisti e le donazioni di attrezzature e materiali per sostenere chi combatte il virus in prima linea. Ieri abbiamo consegnato 10 monitor misuratori di parametri vitali al Nuovo Martini e un altro alla Geriatria dell’Oftalmico. Oggi sarà una giornata ancora più impegnativa: alle Molinette arriveranno carrelli, tavoli e arredi per la Rianimazione 1. Al Mauriziano un ecografo cardiologico. Al Maria Vittoria un altro ecografo provvisorio, questo  per terapia intensiva (fra pochi giorni arriverà quello definitivo). Al Martini ed al Giovanni Bosco consegneremo due apparecchi radiografici portatili. Ed ai medici di famiglia della FMMG guanti di lattice (speriamo la settimana prossima di aggiungere un adeguato quantitivo di mascherine).

[wds id=”131″]
Le prime foto delle consegne in corso oggi

Intanto sta continuando la consegna delle spese agli anziani e da lunedì inzierà anche quella per gli over 80. Per tutti una fornitura di generi di prima necessità per un valore di 40 euro. Alla fine saranno almeno 4350 gli anzini torinesi che riceveranno questo aiuto da Specchio dei tempi. Grazie al supporto logistico di Terza Settimana, Crescere 1979, Pam, Coop, Supermercati Borello e Defendini.

Intanto, da ieri Specchio parla anche cinese: i nostri progetti a favore degli ospedali torinesi saranno promossi anche a Pechino. Specchio ha arruolato Luca Bellet, trentunenne bardonecchiese professionista dei social media cinesi. E il sito web della onlus è stato tradotto anche in ideogrammi. Da 10 giorni, invece, le iniziative vengono raccontate anche in inglese, perché i donatori stranieri sono in forte crescita: ieri sera erano 231, da 42 paesi, per un totale di circa 25 mila euro versati. Tutto il mondo, in pratica, è accanto a Torino.

 
I nostri volontari lavorano senza sosta per aiutarci a trovare le forniture

COME DONARE
Chi vuole essere con Specchio dei tempi potrà farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare l’applicazione Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

Da oggi Specchio parla anche cinese

Di Lucia Caretti

Obiettivo: continuare a raccogliere fondi, in un territorio che ha già dimostrato grande solidarietà all’Italia. E ha già battuto il Coronavirus. Da oggi Specchio dei tempi parla cinese e i nostri progetti a favore degli ospedali torinesi saranno promossi anche a Pechino. Specchio ha arruolato Luca Bellet, trentunenne bardonecchiese professionista dei social media cinesi e presidente di China Italy Experience. Il sito web della onlus è stato tradotto anche in ideogrammi, come si può vedere qui.

Sin dal primo giorno, invece, le iniziative vengono raccontate anche in inglese, perché i donatori stranieri sono in forte crescita: ieri sera erano 231, da oltre 40 paesi, per un totale di oltre 25 mila euro versati. Tutto il mondo, in pratica, è accanto a Specchio.

COME DONARE

Chi vuole essere con Specchio dei tempi potrà farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare l’applicazione Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.
Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

DONA ORA