Le lettere

Chi siamo

Le lettere

Le lettere di Specchio dei tempi

Specchio dei tempi, rubrica ideata dal direttore Giulio De Benedetti, è stata inserita la prima volta il 17 dicembre 1955 nella pagina di cronaca di Torino del quotidiano La Stampa, dove continua ad essere pubblicata. È la parte del giornale rigorosamente riservata ai lettori che possono scrivere pareri, raccontare esperienze personali, denunciare ingiustizie e disfunzioni della società o degli apparati pubblici e privati.

Ma è anche il cuore dei lettori, che apprendendo dalle pagine della cronaca o dalle lettere stesse episodi di sofferenza, decidono di offrire un aiuto concreto a chi si trova in difficoltà.

Negli anni la rubrica ha generato una straordinaria catena di solidarietà tra i lettori, da cui è nata la fondazione Specchio dei tempi: un ETS che ha ormai 65 progetti attivi a Torino, in Italia e nel mondo. Specchio dei tempi assiste gli anziani soli, le famiglie bisognose, i malati, i senzatetto, i bambini e le popolazioni vittime di calamità.

Leggi le lettere di oggi
85
progetti attivi
155 mila
persone aiutate
5.000
donazioni tredicesime
1.400.000
fondi raccolti

Chi cura la rubrica

Le lettere vengono selezionate quotidianamente da Angelo Conti, giornalista e consigliere d'amministrazione della Fondazione La Stampa-Specchio dei tempi.
Le migliori vengono pubblicate ogni giorno sull'edizione torinese del quotidiano e online su lastampa.it/specchio.

Come scrivere una lettera a Specchio dei tempi

Si possono inviare tramite mail all'indirizzo specchiotempi@lastampa.it oppure spedire alla redazione de La Stampa, in via Lugaro 15 a Torino (cap 10126).
Oppure si può compilare questo modulo.

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario