Forza Nonni!

Forza Nonni!

Accanto agli anziani, tutto l’anno.

Specchio dei tempi, la fondazione nata grazie alla solidarietà dei lettori de La Stampa, si unisce da tre anni alla Fondazione Bersezio per il progetto Forza Nonni! onorando la memoria e l’opera di Vittorio Bersezio, fondatore della Gazzetta Piemontese, ora conosciuta come La Stampa. Questa alleanza ha un nobile scopo: supportare un gruppo di piemontesi over 80, i più anziani e fragili, i veri nonni della nostra città, con un progetto attivo già da cinque anni.

Il progetto Forza Nonni! offre una serie di servizi gratuiti per migliorare la qualità della vita degli anziani:

  • Consegna della spesa ogni 15 giorni: per garantire l’accesso ai beni di prima necessità.
  • Consegne bisettimanali di frutta e verdura fresche: per una dieta sana e bilanciata.
  • Assistenza domestica: 4 ore al mese di aiuto domestico con una colf.
  • Supporto telefonico quotidiano: la presenza costante di un volontario per offrire compagnia e assistenza.
  • Disponibilità di una psicologa: per il supporto emotivo e psicologico.
  • Accesso immediato a visite mediche con il progetto “Mille visite”.
  • Interventi gratuiti e immediati in caso di emergenze: riparazione di occhiali rotti, guasti agli elettrodomestici, trasporti da e per ambulatori e ospedali.
  • Cura degli animali domestici: fornitura di alimentazione e servizio veterinario per visite e vaccinazioni.
  • Invio automatico della Tredicesima dell’Amicizia.

Il progetto Forza Nonni! rappresenta un sostegno fondamentale per i nostri anziani, garantendo loro una vita più serena e dignitosa.

 

Perché sostenere il progetto?

Sostenere il progetto Forza Nonni! significa fare la differenza nella vita dei nostri anziani, offrendo loro il supporto e l’assistenza di cui hanno bisogno per vivere in sicurezza e serenità. Con il tuo contributo, possiamo garantire la continuità e l’espansione dei nostri servizi, assicurando che nessun anziano sia lasciato solo o in difficoltà

Ogni donazione si traduce in un aiuto concreto: dal cibo fresco consegnato a domicilio, all’assistenza sanitaria immediata, fino alla compagnia e al sostegno emotivo che i nostri volontari offrono quotidianamente. Supportare Forza Nonni! significa anche onorare le generazioni che ci hanno preceduto, riconoscendo il loro valore e garantendo loro una qualità di vita migliore. Un piccolo gesto da parte tua può avere un impatto enorme nella vita di tanti nonni torinesi.

 

Come effettuare una donazione a favore del progetto Forza Nonni

Effettuare una donazione a favore del progetto Forza Nonni! è semplice e immediato. Puoi scegliere tra diverse opzioni di importo: 

  • 28 € per interventi in caso di emergenze;
  • 46 € per la spesa;
  • 300 € per adottare un nonno;
  • 500 € per inviare la Tredicesima dell’Amicizia.

Oppure inserire un importo libero secondo le tue possibilità. Se desideri che la tua donazione sia fiscalmente rilevante per la detrazione, inserisci i tuoi dati anagrafici e una mail valida per ricevere la ricevuta. In alternativa, puoi optare per una donazione completamente anonima. 

Per il pagamento, puoi utilizzare PayPal, Satispay o una carta di credito inserendo la causale Forza Nonni! Ogni contributo, grande o piccolo, è fondamentale per sostenere gli anziani del Piemonte e garantire loro una vita dignitosa e serena.

 

Lascia il tuo 5 per mille a favore del progetto

Donare il tuo 5 per mille al progetto Forza Nonni! è un modo semplice, ma potente per sostenere gli anziani in difficoltà in Piemonte. Quando compili la tua dichiarazione dei redditi, puoi destinare una parte delle tue imposte a favore della nostra iniziativa, senza alcun costo aggiuntivo per te. Basta inserire il codice fiscale della nostra fondazione nell’apposito riquadro e firmare. 

Il tuo contributo ci aiuterà a continuare a fornire servizi essenziali come la consegna della spesa, l’assistenza sanitaria, il supporto psicologico e molto altro, agli anziani più fragili della nostra comunità. Ogni piccolo gesto può fare una grande differenza. 

 

La Missione della Fondazione

Da 47 anni, Specchio dei Tempi è vicina agli anziani più fragili, offrendo supporto a chi è spesso “senza voce”. Sin dal 1976, con le “Tredicesime dell’amicizia“, forniamo un assegno di 500 euro a duemila over 65, simbolo del nostro impegno verso i nonni più soli e vulnerabili. Oltre a questo, sviluppiamo numerosi progetti per la Terza Età:

  • Corsi di Informatica, Fotografia e Smartphone: per contrastare l’analfabetismo digitale e l’esclusione sociale;
  • Assistenza per l’Alzheimer: con centri dedicati ai malati e alle loro famiglie.

La nostra missione è chiara: stare accanto agli anziani più fragili, offrendo loro voce, dignità e il supporto necessario per una vita serena.

Tredicesime dell’Amicizia

Ida, 73 anni, ha problemi di cuore da quando è nata e ogni giorno combatte anche per mettere in tavola pranzo e cena. Maria Teresa, 83 anni, ha avuto una vita tormentata e difficile, costellata da mille malanni e da ben 8 interventi chirurgici. Francesca sola al mondo e in gravi difficoltà economiche, ha solo i donatori di Specchio dei tempi.

Gli anziani delle Tredicesime dell’Amicizia non hanno più nessuno accanto. Oppure hanno alle spalle famiglie così: divise da decenni, distrutte da disgrazie improvvise, angosciate da una povertà quotidiana. Sono anziani fragili e sfortunati: la vita li ha travolti. Sono rimasti soli, con il conto in rosso e gli incubi di notte. Per questo vogliamo abbracciarli nell’unico modo possibile, offrendo loro un sostegno concreto. Quello che dal 1976, ogni Natale, garantiamo a migliaia di persone come Mariuccia, Francesco, Ilda e Vincenzo. Un assegno che serve per pagare le bollette, la spesa, gli affitti arretrati. Un regalo che dà speranza. L’unico regalo che riceveranno questi nonni dimenticati da tutti.

In 47 edizioni del nostro storico progetto sostenuto dai lettori de La Stampa, abbiamo già consegnato 78.786 sussidi, per un totale di 32 milioni di euro. I primi aiuti, da 30.000 lire, furono versati a trenta anziani torinesi su richiesta della mitica suor Pierina di Porta Palazzo. Da allora la cifra è cresciuta fino agli attuali 500 euro, che anche quest’anno vogliamo donare ad almeno 2000 persone, a Torino e nelle province di Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Novara, Verbania e Vercelli. Oltre ad Aosta ed alla Liguria di Ponente. L’obiettivo è raccogliere 1 milione di euro entro Natale, e proseguire una tradizione solidale che fa delle Tredicesime dell’Amicizia la più antica sottoscrizione popolare italiana.

Abbiamo ricevuto e verificato centinaia di richieste dai nonni più bisognosi. Ogni offerta che ci viene affidata si trasforma immediatamente in un aiuto concreto.

Più fondi raccogliamo, più anziani abbracciamo.