Specchio dei tempi Casa Morgari torna a vivere, si parte con l’assistenza ai...
10 Settembre 2013

Casa Morgari torna a vivere, si parte con l’assistenza ai malati

Ormai praticamente completati i lavori finanziati dai lettori de La Stampa – Resta solo più da installare l’ascensore – Incontri con i malati gravi e le famiglie

Casa Morgari è praticamente pronta. Ora si tratta solo di completare l’installazione dell’ascensore e poi la strutture, voluta e pensata per essere di aiuto ai malati terminali ed alle loro famiglie, potrà cominciare a funzionare a pieno regime. Si è lavorato tutto agosto, a Casa Morgari, dove l’intervento di Specchio dei tempi (deliberato appena un paio di mesi fa) ha rimesso in moto il cantiere, fermo da tempo.

Già dall’1 ottobre l’associazione che segue i malati terminali e le loro famiglie (tel 0116506265, 331 2161388, info@casamorgari.it) potrà riprendere in pieno i suoi corsi e le sue attività. Il contributo della Fondazione La Stampa-Specchio dei tempi (e quindi dei lettori del nostro giornale) é servito a fornire quanto necessario a completare la ristrutturazione della sede di via Morgari 9 (che ospita anche i saloni di accoglienza per malati e indigenti) così da dare ossigeno e risorse al prezioso progetto “Cerca la Vita! «Un progetto – ci spiega il presidente di Casamorgari, Federico Boero – che nasce dal rilevamento di un
Sovente, infatti, il sistema sanitario pubblico rimanda sul territorio problemi di cui pochi riescono a farsi carico. mancano, in particolare, agili strutture intermedie fra l’ospedale e la casa del malato, che accompagnino anche la famiglia nel percorso di cura. ’Cerca la vita!’ vuole offrire ai malati di cancro e di altre gravi patologie disabilitanti, che abbiano un impatto fortemente negativo sulla qualità della vita ed ai loro famigliari, un sostegno pratico ed umano.

Spiega ancora il vicepresidente Tommaso Panero: «In particolare stiamo raccogliendo le adesioni al ciclo di 8 incontri per malati oncologici e di malattie degenerative che inizierà il 1° ottobre alle ore 15 in via Morgari 9 e si svolgerà per 8 martedì consecutivi.

Il ciclo di incontri, gratuito,è condotto da uno psiconcologo ed ha la finalità di elaborare i vissuti e proporre terapie psicologiche per riorganizzare le proprie risorse personali in situazioni di stress e sofferenza. Per chi lo desidera è possibile anche una condivisione di gruppo della malattia in un’ottica di fede».

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario