Specchio dei tempi Cioccolatini e colombe, a Pasqua i pasticceri torinesi aiutano Specchio
11 Aprile 2020

Cioccolatini e colombe, a Pasqua i pasticceri torinesi aiutano Specchio

Di Lucia Caretti

Colombe dietetiche, creme gianduja e ovetti firmati: anche i dolci di Pasqua aiutano Specchio dei tempi. Da un mese la onlus dei lettori de “La Stampa” sta donando macchinari e dispositivi di protezione agli ospedali torinesi, e ha già raccolto più di 8,7 milioni di euro. Una gara di solidarietà sostenuta pure dalle eccellenze della pasticceria torinese.

Peyrano ha regalato 100 scatole dei suoi ovetti ai sanitari impegnati contro il Coronavirus: ieri i doni sono arrivati alle Molinette, al Mauriziano e alla Croce Verde Torino (foto sotto). “Vogliamo dire grazie a quei sanitari che con il loro lavoro ci stanno salvando la vita e purtroppo non avranno una Pasqua normale” spiegano dall’azienda. “Vogliamo essere vicini alle famiglie di chi lotta contro il Coronavirus”. Peyrano aveva già sostenuto Specchio nei giorni scorsi, raccogliendo la curiosa iniziativa di un fan della cantante Mina (qui la storia).

[wds id=”152″]

Seam, storico marchio di Rivoli, ha consegnato i suoi biscotti al Regina Margherita (foto sotto) e ideato una confezione pasquale, da 40 euro, di cui 10 vengono destinati a Specchio. Il pacco contiene creme spalmabili, confetture e varie golosità. Si può acquistare su gustoelite.it. Pure la Colombina solidale di New Penta (i cuneesi specialisti delle diete medicalizzate) si compra online, su pentadiet.it. Costa 5 euro, è adatta anche ai malati e a chi deve perdere peso: ha un bassissimo contenuto di zuccheri. La torta pasquale lanciata da AgriBerroni, invece, è già sold out: la Tenuta di Racconigi continuerà a supportare Specchio destinando il 10% del ricavato delle vendite online degli altri dessert (info agriberroni.it).

I PROGETTI DI SPECCHIO CONTRO IL VIRUS
In un mese di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito  oltre 600 mila dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 60 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari.  Specchio ha inoltre donato 146, fra  macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 16 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.
Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario