Specchio dei tempi CRIMINALITA' TRE EPISODI IN 24 ORE. SPECCHIO DEI TEMPI OFFRE...
7 Novembre 2005

CRIMINALITA' TRE EPISODI IN 24 ORE. SPECCHIO DEI TEMPI OFFRE LA TREDICESIMA. FINTI CARABINIERI E UNA GATTARA: ECCO COME TI TRUFFO L’ANZIANO

Angelo Conti

Pioggia di truffe sugli anziani, persino su pensionati andati a posare un fiore al Cimitero Generale, irretiti lungo i viali da squallidi malviventi. Che si celano sotto le spoglie più diverse: dalle gattare ai carabinieri. Brutte storie, più tristi perché a cadere nella rete sono le persone più indifese, più ingenue, più fragili.
Quale è certamente Francesco A., 90 anni compiuti, che l’altra mattina era al cimitero per una visita alla tomba dei parenti. «Mi ha avvicinato una signora, gentile, parlava piemontese – ha raccontato ai carabinieri. Mi ha detto di essere la gattara che si occupava dei mici che vivono fra le tombe. Centinaia, a suo dire.

Ha poi spiegato che quell’attività costava un sacco di soldi in cibo per animali.
Mi ha chiesto se potevo contribuire con 5 euro. Amo anch’io gli animali, ho tirato fuori il portafoglio, ho preso una banconota da 5 euro e gliel’ho data. Quella donna è stata abilissima a prendermi, oltre ai 5 euro, anche il portafoglio. In pochi secondi era sparita, con tutto il denaro che avevo con me».

Stessa disavventura anche per Maria T., 94 anni, che in via delle Verbene, pochi minuti prima di mezzogiorno di sabato, ha ricevuto la visita di due sedicenti carabinieri in borghese. Che le hanno spiegato di essere lì per controllare la validità delle banconote custodite della donna: «Abbiamo accertato che circolano tanti euro falsi, non vorremmo l’avessero ingannata, magari all’ufficio postale».

La donna è corsa a prendere quanto aveva in casa, circa 800 euro, in banconote di vario taglio. I carabinieri hanno ritirato il denaro, l’hanno tranquillizzata dicendole che dovevano scendere per controllare i numeri di serie via radio. Ma non sono più tornati. Alla donna non è restato altro che comporre il 112 e chiamare i carabinieri veri.

Dinamica simile anche per la truffa ad Antonio R., 70 anni, in piazza Rebaudengo. Anche qui di scena falsi carabinieri, e ancora la scusa di un controllo sulla validità delle banconote. Stavolta i truffatori sono però fuggiti con 3000 euro, i risparmi di una vita. L’uomo, disperato, non ha potuto far altro che chiamare i carabinieri, fornendo una dettagliata descrizione dei malviventi. Ma la successiva battuta è stata inutile. A parziale compensazione del danno subito, Specchio dei Tempi inserirà il nominativo dei tre pensionati truffati negli elenchi degli anziani che, per Natale, riceveranno la Tredicesima dell’Amicizia, dono dei lettori de La Stampa.

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario