19 aprile 2020

Derby dona i suoi grissini a Specchio: un regalo per l’Amedeo di Savoia

 

di Lucia Caretti

“Medici e operatori sanitari si stanno impegnando tantissimo. Non si fermano mai. Vogliamo dare anche noi il nostro piccolo contributo”. Trenta scatoloni di Rubatà: così il Grissinificio Derby, storico marchio chierese, ha voluto essere accanto a Specchio dei tempi e a chi lotta contro il Coronavirus. La fornitura è stata immediatamente consegnata dalla fondazione de “La Stampa” all’Amedeo di Savoia. “Questo ospedale è in prima linea dall’inizio dell’emergenza. Vogliamo essere vicini alle famiglie di dottori e infermieri” spiegano dall’azienda. “La donazione è a nome di tutti i nostri dipendenti”. Sono una cinquantina e hanno scritto un po’ ovunque, nello stabilimento, il motto “Andrà tutto bene”. Pure sui pacchetti per l’Amedeo.

DAL 1978 I GRISSINI RUBATA’ DI TORINO
Il Grissinificio Linea Derby viene fondato dai fratelli Tortone nel 1978 a Chieri. Riprendendo i metodi della tradizione artigiana, sapientemente integrati con le tecnologie più moderne, la ricerca delle materie prime non OGM e di provenienza italiana. Il Grissinificio Linea Derby si sviluppa espandendosi, diventando prima leader di mercato in Piemonte e nel Nord Italia, poi un gruppo integrato con stabilimenti di produzione con un celere sistema logistico che permette di conquistare posizioni di leadership presso la GD e la GDO nazionale e internazionale. Una parte importante della produzione è poi rappresentata dal prodotto biologico, settore in continua crescita ed evoluzione sia sul mercato italiano che su quello estero.

I PROGETTI DI SPECCHIO CONTRO IL VIRUS
In un mese di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito ottocentomila di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 90 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 146, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 16 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

Condividi con i tuoi amici

Commenta con il profilo Facebook

Commenti

VAI ALLA CAMPAGNA DONA ORA