Specchio dei tempi Hargeisa, sei mesi di attività Curati e assistiti 6.619 bambini
30 Luglio 2013

Hargeisa, sei mesi di attività Curati e assistiti 6.619 bambini

L’ospedale costruito nella capitale del Somaliland dai lettori de La Stampa, grazie alla sottoscrizione contro la fame e la carestia del 2011, funziona dal 27 gennaio

ANGELO CONTI

Era una sfida. Quando la Fondazione La Stampa-Specchio dei tempi, al termine della sottoscrizione contro la fame e la carestia nel Corno d’Africa, decise di aggiungere – ai quattro progetti legati all’emergenza – anche la realizzazione di una struttura che potesse testimoniare per sempre la solidarietà dei lettori del nostro giornale, nessuno si nascose le difficoltà dell’impresa.

Si trattava di andare nel Somaliland (l’ex Somalia inglese) dove da oltre 20 anni un governo, non riconosciuto da quasi tutti i Paesi, riesce a fatica a garantire un minimo di stabilità e di sicurezza. E una volta qui tessere accordi con l’amministrazione locale e poi adattare il progetto dell’architetto Giorgio Rosental al sito prescelto, infine costruire la struttura, che si sviluppa su 1500 metri quadrati con 35 posti letto. E poi far funzionare l’ospedale…

Non era facile. Ma ce l’abbiamo fatta in meno di un anno: posa della prima pietra il 29 gennaio 2012, apertura dell’ospedale 27 gennaio 2013. Inizialmente condotta dall’Associazione Soomaliya, la costruzione è stata portata avanti e completata da una onlus creata apposta per questo scopo, la Mascth Onlus. Prezioso il contributo che è venuto dalla Magicforchildren di MarcoBerry.

Attualmente l’impegno economico di Specchio dei tempi ammonta a circa 800.000 euro, compresi i costi della formazione a Torino di due giovani medici somali. Nell’ospedale (intitolato a Mohamed Aden Sheikh) lavorano 45 persone, fra cui medici e infermieri volontari italiani, soprattutto torinesi. I bambini curati sono già 6.619.

Tante le aziende ed i privati che ci hanno dato una mano: negli ultimi mesi Antex International Trading Co Ltd Hong Kong, Banco Farmaceutico, Dino Bonelli e Atelier , Emanuele Altavilla, Ersel Società di Intermediari, Famiglia Bianchino, Famiglia Mollica , Farmacia Nazionale, Gruppo Ordine, Eliografia Rossi, Maria Grazia Pilla, Secap , Gosia Turzeniecka e Marco Memeo , Smooke, Studio Bronzo, Studio Ponzio, Sagat Aeroporto di Torino, Studio Rosental, Sunday Montalbano, Toys Centre, Zoltan Nagy, Paola Agosti, Fulvia Raineri, I giardini del Meisino, Anna Chiusano, Laura de Fonseca. E tanti tanti altri…

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario