Specchio dei tempi I bambini di Barisciano scoprono le loro scuole
6 Ottobre 2009

I bambini di Barisciano scoprono le loro scuole

ANGELO CONTI

Specchio dei tempi ha aperto le porte dei suoi cantieri in Abruzzo, sabato e domenica scorsa, per consentire ad amministratori, tecnici ma soprattutto alle famiglie ed ai bambini di prendere visione delle costruzioni in fase di realizzazione. A Barisciano, Poggio Picenze e Cugnoli tecnici, architetti e giornalisti de La Stampa hanno spiegato con quali criteri e con quali dinamiche si sta lavorando per dare ai bambini abruzzesi nuove scuole nel più breve tempo possibile. Specchio dei tempi, che ha già realizzato un poliambulatorio antisismico presso l’ospedale dell’Aquila (attivo da fine giugno, ha già contato 2000 visite specialistiche), è in questo momento impegnato nella ricostruzione di due scuole materne, tre scuole elementari, due scuole medie, tre mense scolastiche e tre refettori, oltre ai relativi locali di servizio. Tutte e dieci le strutture saranno pronte nel giro di un mese. La prima si conta di fare a Barisciano, dove vengono impiegati anche fondi donati a Specchio dei tempi dalla Regione Piemonte e dalla Fenice, gruppo Edf.
Qui tanti bambini hanno potuto vedere le loro aule in fase di costruzione. Si sono soffermati a lungo sulle spesse pareti esterne (con un «cappotto» che garantisce prestazioni termiche eccezionali), su quelle interne, sulle prese per il riscaldamento a pavimento, sulle suggestive capriate che, dall’interno, sono ancora a vista.
Contemporaneamente l’architetto Matteo Robiglio del Politecnico di Torino e l’ingegnere Franco Piva docente dell’ente Casaclima di Bolzano hanno spiegato le modernissime tecnologie impiegate nelle nuove scuole, mentre Mauro Oggero, amministratore delegato di Focagroup di Villarbasse (l’azienda che ha realizzato e sta costruendo le scuole), ha illustrato le tecnologie produttive nonché fornito garanzie sui tempi di realizzazione delle opere. I giornalisti de La Stampa hanno invece sottolineato la generosità dei lettori che ha consentito una raccolta di 3 milioni di euro.

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario