Specchio dei tempi Il 2013 di Specchio dei Tempi
7 Gennaio 2014

Il 2013 di Specchio dei Tempi

La solidarietà dei lettori della «Stampa» ha consentito decine di interventi

GENNAIO
L’ospedale in Somalia

Realizzato dai lettori de La Stampa attraverso la sottoscrizione contro la fame nel Corno d’Africa, apre il 27 gennaio – dopo un anno esatto di costruzione , l’ospedale pediatrico di Hargeisa, nel Somaliland. È l’unico ospedale gratuito per tutti i bambini in quel paese. In 11 mesi sono stati curati oltre 10.500 pazienti e salvate centinaia di vite.


FEBBRAIO
La scuola di San Carlo

Dopo il terremoto di fine maggio in Emilia, Specchio dei tempi inizia subito l’opera di demolizione e ricostruzione della scuola elementare di San Carlo Emilia (Sant’Agostino), irrimediabilmente lesionata. I lavori finiscono in tempi record ed a febbraio la scuola viene consegnata alle autorità comunali ed agli alunni.


MARZO
Contro l’autismo

Un bambino ogni 238 nati è autistico.Specchio dei tempi sostiene e finanzia il progetto “Touch for Autism”, una iniziativa dell’Asphi per creare software gratuiti che, attraverso l’utilizzo di tablets, consentono a questi bimbi di migliorare l’apprendimento e l’organizzazione di vita, così da uscire dall’isolamento.

APRILE
Mille aiuti alle famiglie

La drammatica contingenza economica è evidente dalle tante richieste di aiuto. I lettori de La Stampa intervengono con un programma di 1000 aiuti elargiti ad altrettante famiglie, tutti consegnati in tarda primavera. seguendo le indicazioni della San Vincenzo, delle associazioni di volontariato, degli assistenti sociali.

MAGGIO
Il Campus di Mirandola

È il secondo intervento portato a termine in Emilia. A Mirandola Specchio dei tempi (con l’importante contributo del Comune di Torino) costruisce il nuovo Campus Biomedicale, cioè u n laboratorio pensato per la preparazione tecnica e l’avviamento al lavoro degli studenti delle scuole superiori. D’ in funzione dalla metà di maggio.

GIUGNO
Progetto CasaMorgari

Il progetto CasaMorgari vuol essere una mano tesa ai malati gravissimi ed alle loro famiglie. Un aiuto psicologico, ma spesso anche materiale, che viene realizzato da un gruppo di contatto attivo in via Morgari 9. Qui Specchio dei tempi finanzia il recupero strutturale dei locali e delle sale-incontri, terminato all’inizio di dicembre

LUGLIO
Le colazioni dei poveri

Suor Letizia, che gestisce il servizio delle colazioni dei poveri in via Nizza 24, lancia l’allarme: “Cresce la povertà, ogni mattina si presentano centinaia di persone. Abbiamo sempre meno fondi”. E Specchio dei tempi interviene garantendo la copertura economica per l’acquisto di latte, frutta e biscotti sino alla fine del 2014.


AGOSTO
Nemus, per chi è in coma

L’agonia di Alberto Musy richiama l’attenzione su centinaia di casi di persone che, in coma, cercano di ritrovare un contatto con il mondo. Specchio dei tempi dona alle Molinette una apparecchiatura di avanguardia, si chiama Nemus, per monitorare gli stati di incoscienza e favorire così il risveglio dal coma di chi soffre.

SETTEMBRE
Ambulatori al Regina

A settembre iniziano i lavori preliminari per la completa ristrutturazione degli ambulatori al pian terreno del Regina Margherita. L’opera sarà conclusa entro l’estate del 2014. L’intervento riguarda oltre 15 vani su una superficie di quasi 600 metri quadrati. La fondazione Specchio dei tempi ha stanziato, per quest’opera, 1 milione di euro.

OTTOBRE
Defibrillatori alle scuole

Un’iniziativa del Coni e di Atlantide per promuovere l’utilizzo dei defibrillatori nelle scuole e nei palazzetti sportivi trova Specchio dei tempi pronta a finanziare l’acquisto di 20 apparecchiature (addestramento compreso). Verranno consegnati, da gennaio, a 18 scuole, oltre che al Palazzetto di Parco Ruffini e al Palazzetto di Brandizzo.

NOVEMBRE
Per Sardegna e Filippine

Tragico novembre. Prima il ciclone nelle Filippine, poi l’alluvione in Sardegna. In Asia Specchio interviene con il sostegno ai profughi e poi con la ristrutturazione di una scuola professionale, in Sardegna per la ricostruzione a Posada (ponti e strade), a Torpè (fuoristrada al comune) e ad Uras (elettrodomestici alle famiglie alluvionate)

DICEMBRE
Tredicesime, 2000 assegni

C’è la crisi, ma c’è anche la tradizionale solidarietà dei lettori de La Stampa. Così, anche quest’anno, viene raccolto e superato il milione di euro necessario ad aiutare (con 500 euro ciascuno) 2000 anziani poveri : La tradizionale iniziativa delle Tredicesime dell’Amicizia si ripete da 38 anni. Il resto a centinaia di famiglie in difficoltà.

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario