Specchio dei tempi In aiuto di Mirandola Via ai lavori per il campus
18 Settembre 2012

In aiuto di Mirandola Via ai lavori per il campus

Finanziata da Specchio dei tempi e dal Comune di Torino, la struttura ospiterà 5 laboratori dell’istituto tecnico Luosi e del liceo scientifico Pico

Giovedì Specchio dei tempi tornerà in Emilia per proseguire nell’attività di ricostruzione a sostegno delle scuole di Mirandola e di Sant’Agostino. Si lavora su due fronti, per superare problemi tecnici ma anche i lacci della burocrazia, che non risparmiano nemmeno le zone terremotate.
Per quanto riguarda la scuola elementare di Sant’Agostino (frazione San Carlo) la Focagroup di Villarbasse ha rispettato la tempistica producendo, in agosto, la struttura portante negli stabilimenti torinesi e in quelli della Lettonia (da dove proviene il legno usato nel prefabbricato). Ora la scuola è stoccata, pronta ad essere trasportata e montata non appena il comune di Sant’Agostino terminerà la messa a punto del battuto di cemento e dei relativi allacciamenti. Da quel momento saranno necessari circa 85 giorni per consentire l’inizio dell’attività scolastica. Attualmente si prevede la cantierizzazione per la fine della prima decade di ottobre. Ogni sforzo, anche quelli della direzione didattica di Cento da cui dipende Sant’Agostino, sono rivolti a guadagnare giorni utili.
Quanto a Mirandola, dove appunto Specchio dei tempi definirà giovedì alcuni parametri per l’intervento, si punta alla costruzione di un “campus biomedicale”, cioè di una struttura dotata di cinque laboratori che saranno messi a disposizione prima di tutto dell’istituto tecnico Luosi e del liceo scientifico Pico (che hanno entrambi subito gravi danni durante le scosse) ma poi anche delle aziende biomedicali della zona che, come ormai tutti sappiamo, rappresentano la vera forza industriale di questa terra.
In questo sforzo, accanto a Specchio dei tempi si è schierato anche il Comune di Torino, che ha deciso di investire nel progetto i proventi della serata di musica classica che si è tenuta al Teatro Regio alla fine di luglio . A questi verranno aggiunti anche i proventi di una serata benefica che vedrà impegnati a Torino alcuni chef dei più prestigiosi ristoranti emiliani. Chi intendesse sostenere la ricostruzione delle scuole in Emilia può sempre contribuire seguendo le indicazioni riportate qui sotto.

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario