Specchio dei tempi Partiti i cantieri di Posada, si lavora a ponti e...
18 Marzo 2014

Partiti i cantieri di Posada, si lavora a ponti e sentieri

Presentato in Sardegna il progetto di ricostruzione delle vie di accesso al mare. Sarà tutto pronto in due mesi. Aiuti anche ai paesi di Torpè, Bitti e Uras

Giovedì scorso, nella Sala Consiliare del Comune di Posada, il sindaco di quella località, Roberto Tola, e il presidente della Fondazione La Stampa-Specchio dei tempi, Roberto Bellato, hanno presentato il progetto di ricostruzione e di ripristino dell’area fra la collina ed al mare.

Questa è la zona che era stata pesantemente colpita dall’onda di piena che, fuoriuscita per tracimazione dalla diga del Maccheronis, si era rovesciata a valle, investendo prima Torpè e poi Posada con danni pesantissimi in entrambi i comuni. L’intervento di Specchio dei tempi a Posada ha l’obiettivo di consentire all’economia del piccolo paese (ed anche del confinante Torpè) di rimettersi in moto sfruttando appieno le opportunità che vengono dalla stagione estiva.

Posada è infatti località animata da un turismo famigliare, molto lontano dagli eccessi di altre località sarde, che si pone l’obiettivo di una attenta riscoperta della natura, che qui viene rispettata e protetta. Non per nulla al ripristino dell’area alluvionata di Posada contribuirà anche LegaAmbiente attraverso l’opera di volontari che parteciperanno a un campo di lavoro.

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario