Specchio dei tempi Prefabbricato-ambulatorio ospiterà ragazzi in difficoltà
24 Aprile 2009

Prefabbricato-ambulatorio ospiterà ragazzi in difficoltà

Specchio dei tempi sostituirà quello crollato all’ospedale civile all’Aquila

ANGELO CONTI

Nel disastro dell’ospedale civile San Salvatore dell’Aquila, crollato in alcune strutture, sono finiti anche gli ambulatori che assistono gli adolescenti in difficoltà, ragazzi che mostrano insofferenze psicologiche o mentali, conseguenze di handicap o di particolari situazioni ambientali. Quell’ambulatorio dell’Asl4, che si chiamava «Smile», Sorriso, adesso non c’è più. Così, i tanti ragazzi che escono scioccati, atterriti, interiormente devastati dall’esperienza del terremoto e che avrebbero necessità di interventi immediati, sono assistiti in emergenza, nelle tende, fra mille difficoltà operative. Il dirigente medico Rocco Pollice, responsabile del servizio, si è rivolto a Specchio dei tempi, chiedendo una mano: «Per aiutare questi ragazzi sarebbe indispensabile una struttura meno cupa e meno triste di una tenda. Inoltre una piccola struttura prefabbricata ci consentirebbe di riavviare subito un progetto di day-hospital per i casi più gravi».
Specchio dei tempi ha deciso di intervenire e costruirà, nell’arco di pochissime settimane, una struttura prefabbricata antisismica in legno, con tre ambulatori medici, con sala d’attesa, servizi ed impianto di riscaldamento, eventualmente disponibile anche per altri reparti del San Salvatore che ne avessero necessità. La struttura, appena completata, verrà donata all’Asl dell’Aquila. La costruzione del triplice ambulatorio è già stata affidata alla ditta La Foca di Villarbasse (Torino) che ripeterà l’esperienza realizzata a Serravalle del Chienti, sempre con Specchio dei tempi, durante il terremoto del 1996, quando realizzò gli ambulatori della medicina di base, tuttora perfettamente funzionanti. Quanto al villaggio di Villa Sant’Angelo, che ospiterà 45 unità abitative e circa 170 sfollati, la progettazione è già avviata mentre la costruzione scatterà nelle prossime settimane, non appena il Comune terminerà l’acquisizione d’urgenza dell’area, che è già stata individuata.
La sottoscrizione ha intanto superato 1,8 milioni di euro.
Scopri come versare il tuo contributo
Elenco delle offerte online già pubblicate

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario