Specchio dei tempi Specchio consegna i defibrillatori alle scuole
13 Febbraio 2014

Specchio consegna i defibrillatori alle scuole

Da domani cardioprotetti gli istituti Primo Levi e Albe Steiner – I lettori de La Stampa doneranno decine di apparecchi a istituti scolastici, piscine e palazzetti dello sport

ANGELO CONTI

Recenti drammatici fatti di cronaca, hanno ribadito quanto noi di Specchio sappiamo da tempo: i defibrillatori non sono la panacea di tutti i mali, ma in certe situazioni possono davvero fare la differenza fra la vita e la morte. Così, continuando il nostro programma avviato a dicembre (e che ha già visto la consegna, 10 giorni fa, del primo defibrillatore al Palasport di Brandizzo), domani inizieremo a distribuire gli apparecchi anche alle scuole di Torino. Questo nel contesto del Progetto Torino Cuore sviluppato da Aics e da Atlantide e completamente finanziato da Specchio dei tempi.

Domani alle 10 saremo all’Istituto Primo Levi di corso Unione Sovietica 490 ed a mezzogiorno all’Istituto Albe Steiner in lungo Dora Agrigento 20. Poi, nelle prossime settimane, la consegna degli altri defibrillatori. Il primo stanziamento, deliberato a inizio dicembre dal Consiglio di Amministrazione di Specchio dei tempi, prevede infatti la consegna di 20 apparecchi: 18 a scuole del Torinese e due al Palasport Ruffini di Torino e a quello di Beinasco (già consegnato e operativo). In questi giorni stiamo studiando di estendere la dotazione alle piscine torinesi (anche su richiesta degli atleti che le frequentano) e ad altre scuole, sia torinesi e sia di altre province piemontesi.

Ovviamente il regalo dei lettori de La Stampa non è limitato al solo strumento. Ma, insieme ad esso, la nostra fondazione finanzia la preparazione e l’addestramento degli insegnanti, una corso conoscitivo per gli alunni, la manutenzione ordinaria e straordinaria del defibrillatore, nonchè i controlli, per 8 anni. Insomma, un pacchetto completo a costo zero per le scuole. Sappiamo già che il 90% dei defibrillatori veglierà senza mai essere usato, ma quel 10% che magari verrà utilizzato negli anni salverà delle vite. Quelle dei nostri ragazzi.

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario