Specchio dei tempi Sri Lanka, la storia del Villaggio delle Bambine di Specchio
19 Novembre 2018

Sri Lanka, la storia del Villaggio delle Bambine di Specchio

Articolo di Angelo Conti

Il “Children’s Village” di Specchio dei tempi si trova ad Ibbawale, nel sud dello Sri Lanka, a circa 11 chilometri in linea d’aria dal mare (la località costiera più vicina è Welligama). Il villaggio è composto da otto diversi edifici: cinque case famiglia, il Centro Servizi , il deposito attrezzi e il sito degli uffici. Intorno si notano macchie verdi: si tratta di arbusti di cannella che vengono coltivati da contadini del posto. All’interno del villaggio contiamo anche una decina di imponenti alberi di mogano. E un enorme prato, meraviglioso, sul quale vengono celebrati gli eventi come la “festa della gioventù” di sabato scorso.

[wds id=”56″]

 

Costruito dopo lo tsunami di 14 anni fa e inizialmente destinato ad attività sanitarie a favore delle popolazioni colpite dal cataclisma (che qui fece decine di migliaia di morti), nel 2009 è stato convertito, d’intesa con il Ministero della Giustizia e con i monaci buddhisti della Southern Province, in una struttura di accoglienza per bambine vittime di violenze, abusi ed abbandoni. Nei primi otto anni di attività sono transitate dal villaggio circa 60 bambine. Attualmente ne vengono ospitate 25, sotto il controllo del Tribunale di Matara. Le ragazze restano con noi sino ai 18 anni quando vengono inserite nel mondo del lavoro, dopo corsi di formazione che teniamo all’interno dl villaggio. Molte comunque si sposano già a quella età.

Nella struttura lavorano anche volontarie del Servizio Civile Italiano perché teniamo moltissimo a dare a queste sfortunate ragazze un tocco di italianità, offerto loro attraverso corsi di canto, danza, disegno e lingua.
Specchio dei tempi ha sostenuto circa il 90% dei costi di realizzazione degli otto edifici e si assume da sempre tutti gli oneri di funzionamento (personale, viveri, arredi, manutenzione). Partner logistici sono il Gus (Gruppo Umana Solidarietà) di Macerata e la Oba Mama Association (che fa capo ai monaci buddisti).

La gestione del Villaggio delle Bambine è complessa anche per la continua manutenzione agli edifici in un’area soggetta a frequenti tifoni. Il programma 2019 prevede la realizzazione di nuovi servizi (sanitari e docce) per le nostre piccole ospiti. Tappa successiva sarà una importante ristrutturazione del Centro Servizi.
Aiutateci ad aiutare queste bambine. Aiutateci a trasformare le scarpette rosse delle piazze in qualcosa di realmente concreto, ogni giorno.

VAI ALLA CAMPAGNA DONA ORA

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario