29 aprile 2019

Sri Lanka, lettera alle nostre bambine

 

Lettera di Angelo Conti

Penso spesso, in questi giorni, alle nostre bimbe in Sri Lanka. Alle 25 che abitano, vivono e crescono nel nostro villaggio di Ibbawale. Ma anche alle altre, a quelle che al Children’s Village di Specchio dei tempi sono passate in questi anni, sono cresciute, hanno superato il trauma della violenza o dell’abbandono ed oggi hanno una vita regolare, alcune già sposate, nelle grandi città. Anche in quelle stravolte dalle bombe, come Colombo e Nagombo.
Penso alla loro paura in un Paese che ha riscoperto all’improvviso il terrorismo, quasi una guerra. Con centinaia e centinaia di morti. Quella violenza cieca, incomprensibile, che ti può uccidere mentre vai a scuola o dici una preghiera.
Vorrei, con queste righe, far loro sapere che noi di Specchio dei tempi le siamo vicini. In queste ore con il pensiero, ma nei prossimi giorni anche di persona. Torneremo lì prestissimo, ad aiutare le famiglie delle vittime degli attentati con le risorse della sottoscrizione di Specchio dei tempi, ma anche per abbracciarle di nuovo. Proprio stamattina, abbiamo già comprato i regalini per loro…
Una carezza da Specchio dei tempi.

Condividi con i tuoi amici

Commenta con il profilo Facebook

Commenti

VAI ALLA CAMPAGNA DONA ORA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *