Specchio dei tempi Torino e La Stampa uniti per Mirandola
26 Luglio 2012

Torino e La Stampa uniti per Mirandola

L’obiettivo è realizzare un nuovo campus bio-medicale per studenti e aziende

ANGELO CONTI

Il Comune di Torino e la fondazione Specchio dei tempi lavoreranno insieme in Emilia realizzando così una significativa e naturale sinergia fra due anime di questa città”. L’ha detto ieri mattina il sindaco Piero Fassino annunciando una scelta dell’amministrazione comunale, illustrata nei dettagli dall’assessore Giuliana Tedesco: gli 80.000 euro raccolti in occasione del Concerto per L’Emilia al Teatro Regio, quelli provenienti da alcune iniziative collaterali e quelli che si pensa di ottenere con una cena benefica da 1000 commensali, organizzata dal Comune in autunno, confluiranno tutti nella sottoscrizione lanciata dal nostro quotidiano.
La somma raccolta verrà impiegata per la costruzione del Campus biomedicale di Mirandola, una struttura che consentirà a studenti delle scuole superiore ed alle aziende della zona di continuare la preparazione scolastica e la ricerca scientifica. «L’iniziativa di Mirandola – ha spiegato il presidente di Specchio dei tempi, Roberto Bellato – é la seconda che realizzeremo in Emilia, dopo la scuola elementare San Carlo a Sant’Agostino, il cui cantiere é già avviato. Il Campus di Mirandola si pone un paio di obiettivi.
Il primo è quello di consentire agli studenti del liceo scientifico Pico e dell’istituto tecnico Luosi di continuare a disporre di laboratori efficienti e all’avanguardia e dall’altra alle aziende locali di contare sulla corretta formazione dei loro futuri tecnici, quadri e dirigenti e contempaneamente di poter sfruttare quei laboratori per i test su apparecchiature e materiali».
Proprio la possibilità di poter contemporaneamente aiutare gli studenti delle scuole danneggiate (il liceo Pico e l’istituto Luosi andranno incontro ad una lunga e complessa opera di recupero che durerà anni) e di offrire alle aziende del settore biomedicale (la vera ricchezza imprenditoriaLle di Mirandola) un valido supporto tecnico-scienfico rende questo intervento indispensabile ed urgente. Se ne è resa conto anche la Confidustria dell’Emilia Romagna che intende sostenere il progetto per la parte relativa alla costruzione della struttura prefabbricata che ospiterà i laboratori.
L’allestimento delle cinque aree tecniche rappresenterà l’impegno economicamente più importante con una probabile spesa di circa 400.000 euro. Parte di questa cifra è già stata raccolta, come abbiamo visto con le iniziative del Comune e con le offerte dei lettori, ma una parte ancora significativa (almeno altri 150.000 euro) dovrà ancora essere raccolta nelle prossime settimane, così da garantire una rapida cantierizzazione dell’opera.

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario