Specchio dei tempi Tredicesime dell'amicizia, le storie dei "nostri" anziani
10 Dicembre 2018

Tredicesime dell'amicizia, le storie dei "nostri" anziani

Articolo di Angelo Conti

Antonio A., 72 anni, calabrese, è abituato alla povertà. Anche se nel suo passato c’è una lunga attività in televisione: “Vendevo pentole nelle televendite di una emittente calabrese. Poi una truffa, un debito da 80 milioni, gli strozzini, ed è finito tutto”. Ora vive le sue giornate in una soffitta di 9 metri quadrati, col tetto che fa acqua, spesso ospitando amici senza dimora, alle prese con un cuore malandato e rattoppato da ben 8 stent. E con la prospettiva di un intervento chirurgico piuttosto complicato. Eppure Antonio A. non è un uomo triste. Sotto la barba incolta, ogni tanto fa anche trasparire un mezzo sorriso. Ha una sua filosofia. “Nonostante la miseria, la vita è bella. Io so trovare la felicità persino in un piatto di pasta».

VAI ALLA CAMPAGNA DONA ORA

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario