Specchio dei tempi Una scuola per 120 bambini Il nostro dono all'Emilia
12 Giugno 2012

Una scuola per 120 bambini Il nostro dono all'Emilia

Specchio dei tempi è al lavoro per progettare e realizzare la nuova struttura, mentre si procede all’abbattimento di quella lesionata, a Sant’Agostino

ANGELO CONTI

Il giorno dopo la verifica dell’irrecuperabilità della scuola elementare Ettore Accorsi di Sant’Agostino, frazione San Carlo, Specchio dei tempi si è subito messo al lavoro per la costruzione di una nuova struttura, in prefabbricato pesante, antisismica, tecnologia casaclima. Una scuola (per circa 120 bambini) che sarà il regalo dei lettori de La Stampa ai bambini dell’Emilia terremotata. Sul progetto stavamo già lavorando da diversi giorni, da subito dopo la seconda scossa, quella che ha messo definitivamente fine ad un edificio scolastico costruito nel Trentennio, poi oggetto di una parziale ristrutturazione dopo un bombardamento durante la Seconda Guerra Mondiale.
La scelta su Sant’Agostino è caduta sia per i gravissimi danni che ha patito questo comune, sia per le sue dimensioni (7000 abitanti) che consentono un intervento in linea con la somma che stiamo raccogliendo. Questo comune è guidato da un giovane sindaco, Fabrizio Toselli, che proprio ieri ha voluto esprimere un profondo ringraziamento ai lettori de La Stampa, garantendo la massima collaborazione degli uffici tecnici comunali. Il primo tramite dell’intervento è stato e sarà comunque il vicesindaco Roberto Lodi, che è anche l’assessore all’istruzione.
Specchio dei tempi ha scelto di realizzare questa opera con un partner consolidato: Focagroup di Villarbasse é l’azienda che ha già costruito i nostri tre complessi scolastici in Abruzzo (Barisciano, Cugnoli e Poggio Picenze) ed il poliambulatorio presso l’Ospedale Civile de L’Aquila. Prima Focagroup aveva realizzato, per Specchio dei tempi, anche l’ambulatori di Serravalle del Chienti (nelle Marche), i locali comunali di Cerreto (in Umbria), la scuola materna e il salone scolastico di Bonefro (in Molise). La struttura prefabbricata verrà tagliata in Lettonia (dove esistono ampie riserve boschive) e poi trasferita a Villarbasse per la definitiva sagomatura e il montaggio delle coibentazioni. Questo nelle settimane necessario all’abbattimento della scuola pericolante. Poi, in 90 giorni, il montaggio e la consegna al Comune.
Come già a Barisciano, Specchio dei tempi avrà vicino anche Edf-Fenice la filiale italiana (con sede nazionale a Rivoli) del colosso dell’energia francese. Edf è particolarmente attiva in Emilia (ha realizzato e gestisce anche l’impianto di cogenerazione degli stabilimenti Ferrari a Maranello) e si occuperà dell’impianto di generazione della scuola, che sfrutterà tutte le nuove tecnologie per la produzione di energia pulita. Edf contribuirà sia con le attrezzature e le tecnologia, sia attraverso una sottoscrizione fra i dipendenti, in Italia e nel mondo.
Il secondo nostro intervento sarà a favore dell’Istituto Tecnico Commerciale e del Liceo di Mirandola, entrambi danneggiati dalle scosse. Mirandola perchè è il comune “adottato” da Torino, oltre ad essere stato profondamente devastato. Qui l’obiettivo è quello di realizzare l’aula scientifica così da consentire la ripresa della particolare attività scolastica volta a formare i futuri tecnici che lavoreranno nelle aziende biomedicali della zona.

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario