Specchio dei tempi Bando Cuneo, boom di richieste di aiuto a Specchio per...
5 Giugno 2020

Bando Cuneo, boom di richieste di aiuto a Specchio per ripartire dopo il Covid

Di Angelo Conti e Lucia Caretti
Pubblicato su La Stampa il 5 giugno 2020

Una richiesta corale di aiuto da 1631 voci. Tante sono state le domande arrivate a Specchio dei tempi da parte di piccole e micro imprese della Granda per ricevere un sostegno economico in questo periodo di forte crisi causata dall’emergenza coronavirus. Il bando si è chiuso mercoledì sera; ora toccherà alla commissione interna alla Fondazione de «La Stampa», con il supporto di alcuni professionisti, valutare tutte le richieste e decidere quali attività saranno meritevoli di ricevere tremila euro a fondo perduto per riuscire a ripartire.

Un risultato per certi versi sorprendente considerato il tessuto economico della provincia di Cuneo, storicamente solido, e che fotografa la difficoltà profonda attraversata da quelle piccole realtà artigianali e commerciali che rappresentano la spina dorsale del territorio. Parrucchieri, autotrasportatori, edicolanti e molte altre categorie sono rappresentate in questo spaccato. Sono piccoli imprenditori di tutto il Cuneese: pianura, colline, valli, città, paesi. Alcuni hanno scritto un appello sul sito di Specchio dei tempi. Cambiano le parole, ma la sostanza è la stessa: «Non riusciamo più ad andare avanti, per favore aiutateci».

Il bando dunque è chiuso, ma la possibilità di donare no. Tutti lo possono fare, dalle aziende ai singoli privati, fino al 16 giugno. Al momento sono disponibili 319.720 euro che consentono di finanziare 106 aiuti. La speranza è che qualche altro grande gruppo industriale decida di affiancare le realtà che hanno già sostenuto il progetto (Confartigianato Cuneo, banche, aziende, associazioni e generosi lettori de «La Stampa»).
Lo staff di Specchio dei tempi è al lavoro per valutare le richieste e si impegna ad avvisare i vincitori del bando entro la mezzanotte di giovedì 18 giugno. Venerdì 19 partiranno i primi bonifici, per garantire l’efficacia e la tempestività che da sempre caratterizzano le iniziative della Fondazione.

VAI AL BANDO

COME AIUTARE SPECCHIO
In oltre due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

DONA ORA
 

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario