Specchio dei tempi Ceva, un aiuto per la Piccola Casa della Carità
6 Aprile 2022

Ceva, un aiuto per la Piccola Casa della Carità

Paola Scola, La Stampa Cuneo
06/04/2022

Un mese fa l’appello del Gruppo di Volontariato Vincenziano di Ceva, indirizzato a tutti. Cittadini, enti, istituzioni e banche: «Aiutateci a trovare i soldi per i lavori urgenti di messa in sicurezza della nostra piccola cittadella della carità. Altrimenti dovremo interrompere tutte le attività che vi si svolgono. E per chi si trova nella povertà e nel bisogno, non si può scherzare con il tempo. Da soli, però, a sostenere l’intervento non ce la possiamo fare».

Perché per i volontari quei 40 mila euro indispensabili alla ristrutturazione della sede di via Sauli rappresentano una montagna enorme da scalare. Ma ecco che, se la solidarietà chiama, Specchio dei tempi risponde.

La fondazione de La Stampa si è fatta avanti, erogando un generoso contributo (5 mila euro), per permettere alla storica San Vincenzo di continuare la preziosa attività in mezzo ai poveri, con la messa in sicurezza urgente (e obbligata) della sede nel centro storico di Ceva (foto sotto). L’associazione, che s’ispira agli insegnamenti e all’esempio di San Vincenzo de’ Paoli, è ospitata in un edificio di proprietà della parrocchia, ormai appesantito dagli anni e dal bisogno di una manutenzione più che ordinaria.

«La stessa parrocchia – aveva spiegato la presidente, Franca Ascheri, lanciando l’appello -, pur dandoci una mano, per analoghe ragioni economiche non è nelle condizioni di sobbarcarsi la spesa di circa 40.000 euro, indispensabile per interventi non più derogabili, quali ristrutturazione del tetto, lavori sugli impianti e sostituzione dei serramenti, per mantenere l’agibilità della struttura in sicurezza».

Già Piccola Casa della Divina Provvidenza del Cottolengo e poi delle Sorelle Vincenziane, la sede in via Sauli è il cuore delle iniziative solidali della San Vincenzo: dalla distribuzione di buoni mensa e spesa ai pacchi alimentari, dai pagamenti di canoni e bollette per famiglie o singoli, al centro di ascolto, al doposcuola».

Dona Ora

Aiutaci ad aiutare

Torino e Piemonte
Fondo di Solidarietà
Ogni giorno siamo accanto ai più fragili