Specchio dei tempi Coronavirus, così Specchio dei tempi sta aiutando gli astigiani
13 Maggio 2020

Coronavirus, così Specchio dei tempi sta aiutando gli astigiani

Di Angelo Conti

Specchio dei tempi è da sempre vicino ad Asti. E non solo perché l’inventore della rubrica de La Stampa da cui è nata la fondazione, il direttore Giulio De Benedetti, era astigiano. Un legame, quello fra «Specchio» ed Asti, che ha vissuto momenti intensissimi durante l’alluvione del 94 con l’aiuto a migliaia di famiglie e a centinaia di aziende, oltre alla ricostruzione di scuole e di strutture pubbliche. Legame che si è poi rinnovato ogni Natale con l’invio di decine di Tredicesime dell’Amicizia agli anziani più poveri e più soli.

DONA ORA

Presenza ribadita, negli ultimi due mesi durante l’emergenza Coronavirus, con la donazione all’Ospedale Cardinal Massaia di sei «alti flussi» per sostenere l’attività respiratoria dei malati nonché software di sincronizzazione per le apparecchiature sanitarie. E con la fornitura di dispositivi di protezione individuale (mascherine, calzari, camici) alla Croce Verde di Nizza Monferrato, alla Croce Verde di Mombercelli, alla Croce Verde di Montemagno e alla Croce Rossa di Villanova.

«Specchio dei tempi» tornerà di nuovo ad Asti a partire dalla prossima settimana per realizzare, grazie alla donazione del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti, una capillare attività di sostegno a centinaia di famiglie in difficoltà ed agli anziani più poveri, nel contesto di una iniziativa che illustreremo nel dettaglio sabato sulle colonne de La Stampa. L’obiettivo di questo nuovo intervento sarà quello di portare, oltre ad un contributo concreto alla vita famigliare, anche un segnale di solidarietà a chi sta patendo di più questo difficile momento economico.

I PROGETTI DI SPECCHIO CONTRO IL VIRUS
In due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

65
progetti attivi
33mila
persone aiutate
16.191
donazioni Covid
10.517.323 €
fondi raccolti

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario