Specchio dei tempi Gli stuntman di Bene Vagienna premiati dal bando: "Specchio ci...
26 Giugno 2020

Gli stuntman di Bene Vagienna premiati dal bando: "Specchio ci ha aiutati come 32 anni fa"

Di Barbara Morra
Pubblicato su La Stampa il 21 giugno 2020

“Già trentadue anni fa abbiamo avuto l’aiuto di Specchio dei tempi: era morto un elefante del circo ed era partì un’iniziativa di solidarietà. Oggi, dopo il Covid, di nuovo. Siamo molto riconoscenti. Come diceva mio padre: ‘Dopo il brutto arriva sempre il bello'”. Alex Medini, 43 anni, di Bene Vagienna è figlio della antica arte del circo. Suo padre, Peppino Medini, è stato uno dei divulgatori dei grandi spettacoli circensi in Italia. Insieme alla sorella Katiuscia e altri famigliari, Alex, porta in giro per l’Italia show acrobatici di auto e moto oltre a gestire un’azienda che noleggia tensostrutture. “Siamo appena ripartiti con un spettacolo in piazza del foro boario a Saluzzo: è il nostro primo dopo la chiusura per l’emergenza sanitaria. Quando è iniziato il lockdown stavamo per intraprendere un tour in Valtellina che, ovviamente, è stato cancellato insieme a tutto il resto – spiegano i due fratelli -. I tremila euro ricevuti da Specchio dei tempi li useremo per pagare una polizza assicurativa in scadenza, una boccata d’ossigeno in un periodo di stop in cui comunque le utenze e altre spese fisse sono rimaste da pagare”.

I Medini hanno reinventato gli spettacoli e il modo di proporsi: “Lo show è all’aperto e non ci sono problemi di contagio, montiamo le tribune dove gli spettatori possono tranquillamente stare a distanza di oltre un metro. Per le prenotazioni e l’acquisto dei biglietti abbiamo privilegiato i contatti telefonici e via web. Ora chiediamo alle amministrazioni comunali di aprirsi e fidarsi: ci si può divertire in sicurezza”. Gli adrenalinici spettacoli da stuntman professionisti per i Medini si alternano alle iniziative di beneficenza come quella di giocolerie nel reparto di pediatria all’ospedale cardinal Massaia di Asti. “Come base già nostro padre, nel 1989,  aveva scelto Bene Vagienna- ricorda Alex-. Qui lavoriamo come circo, preparazione spettacoli e noleggio delle strutture. Dopo la malattia e la morte di papà siamo stati un po’ in stand by. In tutto siamo otto fratelli e alcuni di noi hanno deciso di ripartire 3 anni fa. Abbiamo seguito il suo esempio di disciplina e passione per questo mondo. Iniziò come saltimbanco facendosi la gavetta, incontrò mia madre che faceva la parrucchiera, una donna bellissima che lo ha seguito nell’avventura che continua ancora oggi attraverso di noi”.

I 111 VINCITORI DEL BANDO CUNEO

COME SOSTENERE I PROGETTI DI SPECCHIO CONTRO IL VIRUS
Dal 9 marzo Specchio ha raccolto oltre 10 milioni di euro, con quasi 16 mila donazioni da tutto il mondo. Risorse che ogni giorno si trasformano in aiuti concreti e immediati: 1,1 milioni di dispositivi di protezione per gli operatori sanitari; 146 macchinari e attrezzature mediche donati agli ospedali piemontesi; tablet, kit igienizzanti e piattaforme di didattica online per le scuole; centinaia di sussidi alle piccole imprese torinesi e cuneesi. E migliaia di spese per gli anziani e le famiglie difficoltà, distribuite prima a Torino e ora in tutta Italia. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” nella lotta contro il Covid-19, può farlo con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.
▪️ 
Con carta di credito o prepagata qui sul nostro sito
▪️ Con un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo
▪️ Con un bonifico sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi
▪️ Con Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus)
▪️ Sulla piattaforma “ Rete del dono

DONA ORA

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario