Specchio dei tempi Solidarietà e affetto da tutti i paesi del mondo per...
30 Maggio 2020

Solidarietà e affetto da tutti i paesi del mondo per la battaglia di Specchio contro il virus

Di Lucia Caretti
Pubblicato su La Stampa il 29 maggio 2020

Ieri pomeriggio ha scritto un’azienda da Venice Beach: la Intelligent Change di Los Angeles, California. Hanno venduto agende online, hanno deciso di devolvere parte del ricavato a Specchio dei tempi. Totale 3575 euro, già accreditati. In mattinata una signora ha donato 50 euro da Monaco di Baviera. La sera prima ne sono arrivati 120 da Bangor, nel Maine. E venti da Giberville, in Normandia. Il giro del mondo continua: in 80 giorni la fondazione de “La Stampa” ha raccolto oltre 200 mila euro in 67 Paesi. Da Puerto Rico al Pakistan, passando per Norvegia, Sudafrica, Spagna, Brasile, Canada, Giappone, India e Iraq. Merito di una tradizione internazionale consolidata in 65 anni di interventi sulle più gravi calamità di tutti i continenti. E della solidarietà contagiosa del web.

Il sito della fondazione è stato tradotto in inglese e pure in ideogrammi, così un gruppo di imprenditori cinesi ha regalato 60 mila mascherine e da Singapore, Hong Kong e Taiwan sono arrivati più di 10 mila euro. Tra i paesi più generosi ci sono Germania e Regno Unito; al primo posto gli Stati Uniti, che sfiorano le 600 donazioni e i 90 mila euro, perché Specchio ha raccolto fondi anche sulla nota piattaforma americana Global Giving. Nel complesso, i donatori stranieri sono circa il 10% del totale, cioè 1481.

Più dei numeri, però, restano le parole. Il riconoscimento di “Forbes”, che ha indicato la onlus de “La Stampa” come riferimento per l’Emergenza Coronavirus in Italia. E messaggi commoventi dei sostenitori. Si possono leggere su specchiodeitempi.org/dediche. Ci sono le scuse di Ali Said, che manda 2 euro: “Vorrei donare di più, ma sono un povero ragazzo turco con un salario minimo”. E la lettera affettuosa di un thailandese: “Cari italiani, vi mando amore, luce e abbracci. Specialmente ai malati, a chi ha perso perso i propri cari nella pandemia e a chi lavora per combattere il virus”. Poi la promessa di Salman, che invia 600 euro dal Bahrein: “Non dovete mai pensare che il mondo vi stia abbandonando. Siamo qui per fornirvi il massimo supporto possibile. Resta forte, Italia, e supererai il Covid”. 

COME AIUTARE SPECCHIO
In oltre due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

DONA ORA

Aiutaci ad aiutare

Il tuo aiuto è importante
Dal 1955 doniamo speranza a chi soffre con progetti immediati e concreti a Torino, in Italia e nel mondo: quando c'è una emergenza noi ci siamo sempre.
Dona con bonifico bancario