Covid, Airbnb e GlobalGiving donano 75 mila dollari

La Stampa, 29/07/2021

Specchio dei tempi vive della fiducia, dell’affetto, del costante sostegno dei torinesi. Ma Specchio dei tempi, per la sua serietà ed il suo impegno, è anche apprezzata nel mondo. Così, talvolta, registriamo importanti donazioni che arrivano da lontano. Come quella di Airbnb che, tramite il partner solidale Global Giving, ci ha fatto pervenire nei giorni scorsi 75.000 dollari.

Il colosso degli affitti di breve periodo ha selezionato 150 enti in tutto il mondo, ritenuti meritevoli di una sovvenzione, e fra questi ci siamo anche noi. La finalità è quella di aiutare la ripresa del dopo pandemia e così abbiamo destinato questa importante somma a sostenere famiglie bisognose, anziani soli, piccole imprese ed anche pubbliche assistenze ed ospedali. Quello, insomma, che facciamo sempre, da un anno e mezzo, ma che ora potremo fare con un po’ di benzina in più.

Airbnb ha approvato un programma che prevede, nei prossimi 10 anni, di distribuire 100 milioni di dollari alle organizzazioni che sostengono le comunità di tutto il mondo. Fondi che vengono dalla community degli host di Airbnb, chiamati anche a votare gli enti da loro ritenuti più meritevoli, con il tramite di Global Giving, la più importante piattaforma americana della solidarietà.

 

Mario, il nonno di Vercelli che ha perso tutto

Beppe Minello
La Stampa Vercelli 25 luglio

La vita è crudele. Per Mario Franzoso lo è un po’ di più. Ad agosto compirà 77 anni ma – dice – vorrei morire”. Nella sua voce non c’è ira e, paradossalmente, nemmeno disperazione ma solo rassegnazione.

Il signor Franzoso, nato ad Adria ma a Vercelli da quando aveva sei mesi, ha avuto una vita piena, anche di soddisfazioni. Manager della Ford quando Vercelli era il cuore della distribuzione dei veicoli statunitensi in tutta Italia e, prima e dopo, rappresentante, ha condiviso la sua vita, fino a tre anni fa, con la moglie Tina, una donna bella il cui volto e la snella silhouette riempiono l’alloggetto al piano terra di via San Cristoforo. Insieme hanno avuto un figlio, Davide, che oggi avrebbe 44 anni. Avrebbe, perché, pure lui, è morto un anno fa: “Un mattino non si è più svegliato” ricorda, svuotato, Mario. Una tragedia che ha chiuso, si fa per dire, il cerchio del periodo più brutto della sua esistenza, iniziato sedici anni fa quando si è ammalato di tumore al colon che l’ha spedito “tre mesi in rianimazione e altri sei in ospedale con  12 cicli di chemioterapia”.

DONA ORA PER  NONNO MARIO E GLI ANZIANI DI SPECCHIO

Potrebbe bastare, direte, per un uomo. E no, perché, uscito dall’ospedale, è stata l’amata Tina ad ammalarsi di leucemia. Mario Franzoso ha fatto di tutto per salvarla: “L’abbiamo curata con cocktail di medicinali che arrivavano dalla Svizzera”. “Un bagno di sangue”, dal punto di vista economico, per la famiglia Franzoso. “Quando mi sono ammalato decisi di andare anticipatamente in pensione – ricorda Mario – e quindi, da allora, sopravvivo con 630 euro al mese”. Per stare dietro alle spese per le cure della moglie, se n’è andata presto anche la casa dove viveva la famiglia Franzoso. “C’era anche un albicocco che ci dava 4-5 quintali di frutti ogni anno” ricorda sognante.

Mario rifarebbe tutto quello che ha fatto, soprattutto perché ha avuto per una dozzina d’anni l’illusione di aver sconfitto il male. Invece, tre anni fa Tina s’è spenta e, un anno dopo, anche il figlio Davide è scomparso: “Era un grande chitarrista…” lo ricorda con orgoglio.

Da allora, la vita di Mario è diventata un calvario. Metà della pensione se ne va per pagare l’affitto dell’alloggetto che ha un’unica stanza da letto, inutilizzabile perché piena di muffa. “Tanto non riesco quasi a camminare – dice – e così devo solo spostarmi dal divano al tavolo al fornello e viceversa… Ha un pregio: non devo salire scale anche se, negli ultimi due anni, per la verità, sono uscito di casa solo un paio di volte. Ho chiesto al Comune se possono aiutarmi a trovare un alloggetto più economico e meno malsano: mai avuto risposta”.

DONA ORA PER  NONNO MARIO E GLI ANZIANI DI SPECCHIO

Mario Franzoso è stato “adottato” da Specchio dei tempi che l’ha inserito nel progetto “Forza Nonni!”. C’è, quindi, ora, chi lo segue telefonicamente, c’è qualcuno che va a pulirgli la casa, un paio di volte al mese riceve un pacco alimentare che, però, confessa imbarazzato, “non posso consumare”. L’ultima disgrazia di quest’uomo dignitoso che ti riceve vestito con una tuta che ha visto tempi migliori ma la riga tra i capelli canuti è perfetta, sono i denti: “Dovrei mettere la dentiera dice imbarazzato ma l’intervento e l’apparecchio mi costano 2.500 euro che non ho la più pallida idea di dove trovare”.

Franzoso, il cui unico aiuto e conforto lo riceve da un amico del figlio che lo va spesso a trovare non è seguito da nessun servizio sociale. Persino il medico di base l’ha “dimenticato”: dovrebbe fare il vaccino Covid ma nessuno l’ha contattato. Mario Franzoso, con tutti i guai che ha, alza le spalle ma è amareggiato: “L’ultima volta che ho visto il medico è stato quando ha fatto ricoverare mia moglie… tre giorni prima che morisse”.

Sostieni Mario e gli anziani del progetto Forza Nonni. Dona ora. 

Orto, frutteto, serre e galline per le famiglie libanesi

Angelo Conti

Il primo polo di agricoltura solidale pensato e realizzato da Specchio dei tempi con la Brigata Alpina Taurinense è attivo dalla scorsa settimana ad Al Mansouri, nel Libano meridionale. Il progetto è stato realizzato, in particolare grazie alla collaborazione con il reggimento Nizza Cavalleria (inquadrato nella Taurinense), ed ha permesso di realizzare un’isola agricola pilota con orto, serre, frutteto e allevamento di animali da cortile.

E’ una concreta azione volta a contrastare la grande povertà di chi vive in questi difficili territori: l’obiettivo è di dare una autonomia alimentare a famiglie indigenti, cercando di offrire loro anche la possibilità di modesti ricavi con la vendita delle produzioni agricole e delle uova. Specchio dei tempi ha sviluppato il progetto (sostenendone tutti i costi) d’intesa, oltre che col Comando della Taurinense, anche con la Imam Sadr Foundation, che ha due sedi: una a Beirut ed un’altra nella provincia di Tiro. Questa fondazione, riconosciuta dalle Nazioni Unite, è impegnata soprattutto nell’assistenza scolastica ai bambini delle famiglie più povere e ad alla formazione delle donne.

La collaborazione dei Caschi Blu del contingente italiano con le realtà locali ha permesso di individuare le famiglie maggiormente bisognose di aiuto, mentre i terreni sono stati selezionati dall’ufficiale agronomo della Riserva, scegliendoli in base alla qualità e alla resa del terreno, nonché alla reale possibilità di utilizzo da parte dei destinatari. La particolarità di questo progetto, che lo rende prezioso quanto esemplare, è la sua completa autosostenibilità, essendo dotato di cisterne per l’approvvigionamento idrico e aree di compostaggio, un motocoltivatore, incubatrici per uova, mangiatoie ed abbeveratoi per il pollame. Non necessitando di ulteriori apporti esterni, il progetto potrà quindi diventare un modello replicabile anche per altri enti e per le associazioni che operano per il supporto alle fasce più deboli della popolazione.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte il Comandante del Sector West Generale di Brigata Davide Scalabrin, il Comandante di ITALBATT Colonnello Paolo Scimone, il Direttore Generale della Fondazione locale e il Sindaco di Tiro. L’obiettivo è ora quello di realizzare altre aree di agricoltura solidale in questa area del Libano.

“Quando i libri ci parlano”, così gli audiolibri promuovono l’inclusione

Comunicato Stampa

La Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi, in collaborazione con l’Associazione Nessuno, è stata assegnataria del Bando della Regione Piemonte “Progetti di rilevanza sociale promossi da enti del Terzo settore”. Il progetto presentato ha il titolo “Quando i libri ci parlano: interventi di educazione inclusiva e permanente per tutti attraverso gli audiolibri” ed è realizzato con il contributo del Ministero del lavoro e delle politiche sociali Direzione Generale del terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese.

Il progetto coinvolgerà i seguenti plessi scolastici:
– Cuneo – IC Oltre Stura
– Torino – IC Marconi Antonelli
– Torino – IC DA VINCI – FRANK
– Torino – Rita Levi Montalcini
– Alba – IC Centro Storico Alba
– Torino – IC Aldo Palazzeschi

La Fondazione Specchio dei tempi concorderà con ciascun dirigente scolastico un primo momento di confronto e descrizione del calendario delle attività. L’iniziativa è stata avviata a marzo del 2021, attraverso uno studio e progettazione delle attività da parte dei partner, e terminerà a marzo 2022.

Il progetto ha l’obiettivo di incrementare sui minori in età prescolare la conoscenza e l’interesse, attraverso la scoperta delle emozioni, l’empatia e la creatività. Sviluppa e consolida l’efficacia della lettura-ascolto per fornire un’educazione di qualità, inclusiva, anche in grado di ridurre le diseguaglianze.

Verrà quindi realizzata una sala per la registrazione di audio storie ed audiolibri e gli istituti scolastici verranno coinvolti in percorsi di formazione docenti con la finalità di utilizzare gli audiolibri anche come strumento didattico ed educativo.

Successivamente a queste formazioni, verranno realizzati laboratori di audio lettura nelle classi selezionate e infine verranno coinvolti i nonni che potranno partecipare, se lo desiderano, alla registrazione degli audiolibri, anche come momento di superamento della distanza sociale e fisica verso i nipoti patita durante la pandemia.

Alla fine del percorso, il progetto avrà lasciato in eredità alle scuole centinaia di audiolibri, decine di dispositivi e lettori (MP3, chiavette USB e “Ocarine”, uno strumento per la registrazione e l’ascolto di audiolibri), oltre ad uno innovativo metodo didattico per la crescita della conoscenza dei più piccoli. Un messaggio speciale sarà invece affidato agli audiolibri registrati dai nonni, la cui voce resterà così indelebile nella memoria dei bambini.

 

Con il contributo del

In collaborazione con

Il parco giochi di Nucetto rinasce dopo l’alluvione

Angelo Conti

A Nucetto l’alluvione del 2-3 ottobre lungo l’asta del Tanaro aveva devastato il centro polivalente, cuore del paese, con l’annesso parco giochi per i bimbi. Unico punto d’incontro per tutta la comunità. Specchio è intervenuto con 10.000 euro.

Il sindaco Enzo Dho riassume la situazione: “I lavori sono andati gradatamente avanti. I giochi sono stati risistemati e sono a disposizione dei bambini del paese e dei piccoli villeggianti. Dobbiamo ancora riattivare alcuni punti luce, mentre anche l’accesso al parco è stato ripristinato con il porfido; com’era prima”.

Scuole, aperte le iscrizioni alla Pet Therapy

Redazione

Specchio dei tempi ha aperto oggi le prenotazioni per le attività di pet therapy relative all’anno scolastico 2021-2022. Le scuole dell’infanzia e le scuole primarie interessate (pubbliche e paritarie) possono inviare il modulo scaricabile qui, e una lettera sottoscritta dal dirigente scolastico o da un suo rappresentante, all’indirizzo mail specchiodeitempionlus@lastampa.it.

L’obiettivo è quello di offrire a bambini con disabilità un percorso di riabilitazione e di crescita. Ad effettuare i corsi sarà, come di consueto, l’equipe dell’Associazione Aslan, diretta dalla dottoressa Antonia Tarantini. Tutti gli incontri seguiranno le linee guida del Ministero della Sanità. Come sempre sarà elemento preferenziale la data di ricevimento della richiesta. L’adesione al progetto è completamente gratuita sia per le scuole, sia per i bambini interessati.

Scarica il Modulo

Info
 +390116568376
specchiodeitempionlus@lastampa.it

Regina Margherita, così un’eredità ha realizzato un sogno

Angelo Conti

Oggi Specchio dei tempi è stato ospite dell’Ospedale Infantile Regina Margherita per girare, in collaborazione con il dottor Carlo Pace Napoleone e con il suo staff, un video che spiega come una eredità a Specchio dei tempi (quella di Clelia Venza) sia stata trasformata in un reparto di assoluta avanguardia, quello della Cardiorianimazione Pediatrica.

Immagini di backstage che mostrano come il regista Beppe Brondino racconti la storia di una eredità che ha coronato il sogno della signora Clelia: quello di dare concrete speranze di vita a tanti bambini malati. Con telecamere e droni a inseguire un testamento diventato aeroplanino di carta che plana fra i medici del reparto… Sorretto da un soffio di vita.

Angrogna, consegnati 18 mila euro: la raccolta continua

Angelo Conti
La Stampa, 29/06/2021

Ieri mattina a Pinerolo, Specchio dei tempi ha incontrato le due famiglie (con 6 figli) che hanno perso la casa nel rogo dello scorso maggio ad Angrogna. La fondazione ha consegnato loro 18.180 euro, raccolti fra i lettori de La Stampa. 

La sottoscrizione comunque continua: i resti della baita dovranno infatti essere rasi al suolo e la struttura ricostruita. Un percorso che si annuncia lungo e complicato, anche da non poche difficoltà burocratiche. «Purtroppo – ha spiegato Silvia Bertin – la nostra vecchia casa non sarebbe in alcun modo irrecuperabile. Il fuoco avrebbe danneggiato persino le lose e le pietre che la sostenevano, come tutte le baite delle nostre montagne. Ci hanno persino detto che dovremo assumerci i costi di smaltimento di queste pietre, fatto che ci sembra quasi incredibile trattandosi appunto di pietre che provengono da quella stessa montagna».

Continua Bertin: «Stiamo cercando di capire se tutte queste valutazioni siano corrette. Ed intanto attendiamo il contributo che ci potrebbe venire dalle assicurazioni, ma anche qui il percorso verso un parziale risarcimento è partito con molta calma. Intanto abbiamo affittato una casa e vivremo lì sino a quando non sarà possibile rientrare in quella baita, che vorremmo comunque ricostruire».

Per le due sfortunate famiglie di Angrogna si può ancora donare qui.

 

Dal 1 settembre un bando per gli psicologi: sei sussidi da 20 mila euro

Comunicato Stampa

La Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi ONLUS ha ricevuto un lascito testamentario da destinare a sei sussidi per Psicologhe e Psicologi, iscritti all’Ordine degli Psicologi del Piemonte, che intendano iscriversi ad una Scuola di specializzazione in Psicoterapia psicodinamica.

Ciascun sussidio avrà un importo massimo di Euro 20.000€ (ventimila/00 Euro) da corrispondere in tranche di 5.000€ (cinquemila/00 Euro) per ogni anno di corso frequentato con esito positivo. Per assegnare i sussidi viene indetto un Bando, che aprirà il 1 settembre 2021.

Potranno presentare domanda Psicologhe e Psicologi che diano prova di possedere i seguenti requisiti:

  1. Residenza in Piemonte;
  2. Laurea in Psicologia con votazione minima di 105/110
  3. Abilitazione professionale già conseguita
  4. Non essere già iscritti a una Scuola di specializzazione

Per partecipare sarà necessario compilare il modulo online disponibile che sarà disponibile su questa pagina a partire dal 1 settembre, allegando tutti i documenti indicati nel regolamento. Le candidature chiuderanno alle 24:00 del 19 settembre. Ai partecipanti si richiede inoltre la disponibilità ad effettuare 10 ore di volontariato per ogni anno di erogazione del sussidio, per finalità filantropiche presso un progetto della Fondazione.

I candidati che verranno selezionati in base alla documentazione presentata, verranno sottoposti a colloquio individuale con la commissione, che definirà l’assegnazione dei sussidi. I colloqui sono previsti tra il 21 e il 30 settembre. L’esito della selezione verrà comunicato ai vincitori e vincitrici entro il 15 ottobre 2021.

Scarica il RegolamentoLeggi l’Informativa Privacy

Lo Sportello Mobile fa tappa a Pinerolo

L’Eco Del Chisone, 28/06/2021

Dopo un mese di appuntamenti itineranti nelle piazze torinesi, oggi, lunedì 28 giugno, lo Sportello mobile del Risparmio e dello Spid farà tappa anche a Pinerolo, in via del Pino, di fronte allo Specchio Point (lato cortile Vescovado) dalle 14,30 alle 18 circa. L’Educatore finanziario Antonio Cajelli invita tutti i pinerolesi a passare insieme a lui dalle parole ai fatti, dai consigli della sua rubrica mensile su “L’Eco EXTRA” alla pratica. Con lui ci saranno i volontari dell’associazione Articolo 47, che organizza lo sportello con un finanziamento della Fondazione Specchio del tempi.

Alle 15, una breve chiacchierata pubblica sarà l’occasione per spiegare le finalità dell’iniziativa. Parteciperà il giornalista Angelo Conti, della Fondazione Specchio del Tempi. Per tutto il pomeriggio, poi, accedendo allo sportello si potrà trovare aiuto per a capire a cosa serve lo Spid, conoscere i bonus economici e il conto di base, leggere le bollette, ricostruire la vostra situazione debitoria, trovare gli aiuti per le famiglie sovraindebitate, e molte altre problematiche di questo genere. Lo spiega meglio Antonio Cajelli nel video qui sotto, e al link più in basso si può scaricare il pieghevole con tutte le informazioni.

Riso Gallo dona migliaia di snack per anziani, bimbi e senzatetto

Angelo Conti

Riso Gallo ha donato a Specchio dei tempi due pallet di tavolette, gallette e snack di riso che abbiamo subito destinato ai senzatetto delle nostre quotidiane Colazioni dei Poveri (Casa Santa Luisa, nel cuore di Torino), agli anziani bisognosi del progetto “Forza Nonni!”, ai due centri estivi per i ragazzi dell’ex Moi e dei Giardini Saragat. Ritirati stamattina alle 10 alle 13 erano già tutti a destinazione, già distribuiti dal pomeriggio.

Vuoi aiutarci? Il nostro staff può studiare un progetto su misura per la tua azienda.

Scrivici