Gli audiolibri di Specchio: quando i libri parlano ai bimbi dell’asilo

La Stampa, 05/08/2022

«Un momento che non dimenticherò mai e che ha sorpreso tutte noi maestre è stato quando i bambini hanno ascoltato le storie dal registratore: erano tutti stesi per terra, a pancia in giù, a seguire la narrazione attentamente e in assoluto silenzio». Un momento dolce e intimo che ci racconta con tenerezza Mariangela Manera, insegnante di scuola dell’infanzia presso l’Istituto Comprensivo Centro Storico di Alba: uno dei sette istituti che ha preso parte al progetto dedicato agli audiolibri e alle emozioni “Quando i libri ci parlano”, promosso nel 2021 da Associazione Nessuno e Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi. Una sinergia avviata due anni fa, in piena pandemia. «Quando abbiamo aperto l’Audiolibreria 16H al Polo Culturale Lombroso16 – spiega lo psicoterapeuta Alessandro Mercuri, presidente dell’Associazione che ha sede proprio presso il centro di via Cesare Lombroso 16 –, abbiamo notato che tra i fruitori vi erano moltissime madri con i propri bambini».

L’urgenza della crisi sanitaria e la necessità di dare un senso al caos di quel frangente hanno, allora, condotto Specchio a immaginare un progetto pensato per i più piccoli e dedicato al tema delle emozioni e al loro ruolo di rilievo per il nostro benessere. È nato, così, “Quando i libri ci parlano”, iniziativa articolata in una serie di laboratori, incontri con i bambini, racconti e giochi sviluppati con lo scopo di aiutare i più piccoli a riconoscere le proprie emozioni, a verbalizzarle e a saperle gestire.

Conosci la nostra audiolibreria a Torino?

«In ogni scuola abbiamo, infatti, portato una scatola con all’interno un kit per affrontare i laboratori, anche negli anni a venire – precisa l’attrice Viola Sartoretto, coordinatrice del progetto e voce della maggior parte delle storie registrate –, in cui vi erano: le “ocarine” per ascoltare le audiostorie, libri, giochi sulle emozioni, tavole da disegno con storyboard e molto altro ancora».

L’obiettivo: insegnare ai bambini di 5 anni a dare un nome alle proprie emozioni, privilegiando il senso dell’udito e utilizzando storie “raccontate” che potessero consentire loro di dipingere mentalmente le proprie impressioni, senza l’ausilio di video. Un progetto che, oltre agli insegnanti coinvolti, ha visto anche il supporto fondamentale dei genitori e, soprattutto, dei nonni e delle nonne, narratori di tante delle fiabe e favole presenti nelle ocarine consegnate alle scuole partecipanti. Come Patrizia Cossalter, nonna di Dylan ed entusiasta autrice di una delle storie inedite del progetto, incentrata sulla percezione della “diversità” e sull’importanza dell’inclusione. «Dylan era incuriosito e felicissimo – spiega Patrizia –, e, grazie al progetto, abbiamo notato che ora si avvicina all’ascolto con molto più interesse. Penso che questo sia uno dei vantaggi più evidenti del lavoro svolto grazie ai laboratori e in classe».

Tutte le 70 storie utilizzate sono state registrate presso l’Audiolibreria 16H di via Cesare Lombroso 16, aperta il lunedì e il venerdì dalle 10.30 alle 13.30

 

Con il contributo del

In collaborazione con

Quattro scuole di Torino ripuliscono i loro quartieri

Angelo Conti

Quattro scuole torinesi (Poli di via Fiochetto, Pertini di via Montevideo, Anna Frank di via Vallauri e Sidoli di via Flecchia) danno vita oggi al progetto “Puliamo Torino” di Specchio dei tempi che si propone di celebrare la Giornata Mondiale dell’Ambiente con interventi concreti sul territorio.

Oltre 200 bambini, armati di pinze per i rifiuti e di tutto l’occorrente, si sono attivati per ripulire l’area circostante le proprie scuole.

Nel prossimo anno scolastico questi interventi verranno calendarizzati in almeno dieci scuole, con il sostegno costante di Specchio dei tempi.

Il 6 giugno Puliamo Torino insieme a 200 studenti

Angelo Conti

Fondazione Specchio dei tempi lancia quest’anno un’iniziativa per sottolineare le finalità della Giornata dell’Ambiente, che si celebra in tutto il mondo domenica 5 giugno. Il giorno successivo, lunedì 6 giugno, quattro scuole torinesi (2 classi per scuola e quindi, complessivamente circa 200 alunni, prevalentemente delle quarte e delle quinte) verranno coinvolte in una azione concreta. Armati di cappellini, magliette, pinze  raccogli rifiuti, secchielli e sacchetti, i bambini ripuliranno i marciapiedi ma anche i cortili e le aree comuni esterne delle scuole.

Saranno coinvolti gli istituti comprensivi Sandro Pertini, Sidoli, Anna Frank e Gabriella Poli, due a nord e due a sud della città.

Nuovi progetti per la tutela dell’Ambiente

L’evento rappresenta anche l’anticipazione di un progetto più ampio che, sempre con l’ottica della presa in carico della pulizia intorno alle proprie scuole, vedrà il prossimo anno scolastico la Fondazione Specchio dei tempi proporre queste attività a tutte le scuole primarie del Piemonte, iniziando con un primo evento già ad ottobre.

Tutti i bambini coinvolti riceveranno, oltre a strumenti utili all’attività didattica, anche documentazione per comprendere l’importanza del rispetto dell’ambiente.

Tornano i corsi di giornalismo per le scuole

Angelo Conti

Forse mai come in questi tempi è necessario saper “leggere bene” le informazioni che ci vengono fornite attraverso mille canali, tradizionali e digitali. I corsi gratuiti di Specchio dei tempi , pensati per gli ultimi anni delle primarie e per le medie, sono lo strumento giusto per capire. Tutte le scuole possono richiederli scrivendo a specchiodeitempionlus@lastampa.it o telefonando al numero 011/65.68.376.

I docenti sono: Lucia Caretti, Angelo Conti, Beppe Minello, Maria Teresa Martinengo e Daniele Solavaggione (in foto).

Don Luigi Ciotti visita la nostra scuola ad Arquata

Angelo Conti

Don Luigi Ciotti ha visitato la nostra scuola ad Arquata del Tronto ed incontrato i bambini della scuola dell’infanzia e quelli di elementari e medie. Il sindaco Michele Franchi gli ha raccontato il miracolo di questa splendida scuola, ricostruita da Specchio dei tempi in meno di un anno dal sisma.

Siamo orgogliosi di aver ospitato Luigi, da tanti anni amico della nostra fondazione.

Tutoraggio, scelte le prime 10 scuole metropolitane

Angelo Conti

In relazione al bando SOS per l’a.s. 2021/2022 la Fondazione Giuseppe Ferrero e la Fondazione Specchio dei tempi comunicano i nominativi delle scuole metropolitane le cui domande sono state accolte:
– IIS Porporato di Pinerolo
– IC Pertini
– IC Bertrand di Piossasco
– IIS Passoni
– IC Marro di Villar Perosa
– IC Da Vinci – Frank
– IC Gouthier di Perosa Argentina
– IIS D’Oria di Ciriè
– ENAIP Torino
– IC Piossasco 1
Le scuole interessate verranno contattate direttamente nei prossimi giorni per avviare la fase preparatoria delle attività.
Il numero delle scuole coinvolte nell’iniziativa potrebbe aumentare qualora venissero garantite altre risorse da enti terzi: in questo caso verrà inoltrata comunicazione ad altre scuole ritenute idonee entro la fine di gennaio.
Per inviare la propria manifestazione di interesse, è ancora possibile inoltrare il modulo di iscrizione a info@fondazionegiuseppeferrero.org indicando, nell’oggetto dell’e-mail:
NOME DELL’ISTITUTO – CITTA’ – MANIFESTAZIONE INTERESSE PROGETTO SOS a.s. 2021/2022.

Gli audiolibri per i bimbi anche a Genova

Angelo Conti

Il progetto Audiolibri è una idea del team di Specchio dei tempi, sviluppata con le risorse di una eredità che aveva come obiettivo il favorire l’amore per la lettura. Collaudato a Torino presso il centro Lombroso 16 e poi all’IC Levi Montalcini è stato esteso ad una decina di altre scuole e centri per l’infanzia a Torino, Alba, Cuneo (qui grazie ad un finanziamento della Regione Piemonte) ed adesso a Genova (qui con il brand Specchio d’Italia).

E’ uno strumento moderno ed efficace per sviluppare l’amore per i libri e la lettura fin dai 3 anni d’età. A Genova, in questi giorni, stiamo formando gli educatori che lo proporranno anche qua. In collaborazione con l’Associazione Nessuno e con il Circolo Vega di Genova.

Conosci la nostra audiolibreria a Torino?

I nostri 5000 bambini tornano a scuola

Angelo Conti

Si torna a scuola. Per milioni di ragazzi e di famiglie riprende un cammino fondamentale, che la pandemia ha finito col rendere meno gioioso e più difficile. Specchio dei tempi (e il suo brand nazionale Specchio d’Italia) sono pronti. Anche quest’anno ci saremo. Con il nostro ormai tradizionale doposcuola e aiuto compiti a Torino Ex Moi, Torino Barriera Milano, Roma Bastogi, Genova Fegino, Bari quartiere Italia, Bari quartiere Japigia, Sant’Arcangelo di Lucania. E poi, a Milano, con Scuola Bottega per il recupero dei ragazzi delle medie che si sono persi per strada.

A Torino, con Specchio dei tempi, riproporremo il tutoraggio in 32 scuole medie (grazie a Intesasanpaolo e Fondazione Ferrero che ci sono vicine), la nostra pet therapy d’eccellenza in 20 scuole d’infanzia e primaria, i corsi di orchestra in classe, i corsi di giornalismo, il nuovissimo “Italiano per studiare” che prevede 400 ore per imparare ad usare meglio la nostra lingua. E, questa una importante novità, il progetto audiolibri in 7 scuole dell’infanzia piemontesi., con il sostegno della Regione Piemonte.

E anche quest’anno continueremo a seguire, con amore, il plesso scolastico “Specchio dei tempi” di Arquata del Tronto. Qui ci siamo sempre stati, sin dal giorno del sisma e poi da quello dell’inaugurazione, 12 mesi dopo il terremoto del Centro Italia di 5 anni fa. Qui abbiamo lottato e lottiamo perché, con una scuola, si può davvero dare vita ad una comunità che sembrava disintegrata.

Specchio è intanto sempre vicino alle sue 26 scuole, centri educativi, villaggi protetti costruiti nel mondo. E, in queste ore, soprattutto vicini alle nostre bimbe dello Sri Lanka, alle prese con casi di Covid che stiamo cercando di contrastare da lontano, ma con grande impegno.

Un calcolo, approssimativo ma per difetto, ci dice che domani mattina saranno almeno 5000 bambini ad entrare in scuole costruite o sostenute dalle nostre fondazioni. A Torino, in Italia e nel modo.

E ancora uno speciale grazie, da tutto lo staff di Specchio dei tempi e di Specchio d’Italia, va al personale scolastico, ai docenti ed alle dirigenti scolastiche. Soprattutto a queste ultime che, da sempre, ci seguono, in modo del tutto volontaristico, in questa sfida. Che è solo un pezzo della vita delle nostre due fondazioni, ma che è quello a cui teniamo di più.

Bando Educare, tutta l’estate con i bimbi di Genova e Torino

Anastasia Sironi

Specchio dei tempi  da giugno è attivo con i laboratori del progetto “Il nostro centro di gravità: interventi educativi a misura di ragazzi e bambini” nei quartieri difficili di Torino (Borgo Filadelfia e Barriera di Milano) e di Genova (Fegino), dove svolge tutto l’anno attività di educazione alla cittadinanza e di sostegno alla didattica.

“Il nostro centro di gravità: interventi educativi a misura di ragazzi e bambini” è un progetto che ha come obiettivo la lotta alla povertà educativa, offrendo punti di riferimento per gli studenti e per le loro famiglie. E’ realizzato da Specchio dei tempi attraverso il finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Bando Educare – avviso 2020), in parnership con Acmos, Lvia e Fondazione Bianca Costa Bozzo.

 

DeAgostini dona libri per i bimbi

Angelo Conti

La casa editrice DeAgostini, attraverso DeA Planeta Libri, appoggia Specchio dei tempi nel progetto che promuove l’utilizzo di audiolibri. Sperimentato negli scorsi mesi a Torino alla Rita Levi Montalcini, verrà esteso da settembre a sei scuole, fra cui due in provincia di Cuneo. Proprio ieri è arrivata una importante donazione di libri che accompagneranno i bimbi della scuola dell’infanzia e della prima classe della primaria in questo particolare approccio didattico.

Il progetto sviluppa e consolida l’efficacia della lettura-ascolto anche fra i bambini più piccoli (fra i 3 ed i 5 anni). E’ stato così avviato l’approccio all’ascolto in aula e la distribuzione ai più piccoli delle “ocarine” che consentono ai bimbi di seguire fiabe e racconti anche a casa.

Vuoi aiutarci? Il nostro staff può studiare un progetto su misura per la tua azienda.

Scrivici

Da settembre sarà disponibile, in via Lombroso 16, una sala per la registrazione di audio storie ed audiolibri ed altri istituti scolastici. Sempre da settembre, verranno coinvolti in percorsi di formazione docenti con la finalità di sfruttare appieno gli audiolibri come strumento didattico ed educativo. Subito dopo verranno realizzati laboratori di audio lettura nelle scuole e infine verranno coinvolti i nonni che potranno partecipare, se lo desiderano, alla registrazione degli audiolibri, anche come momento di superamento della distanza sociale e fisica verso i nipoti patita durante la pandemia.

Il progetto, ideato e sostenuto da Specchio dei tempi in collaborazione con l’Associazione Nessuno, e con un contributo della De Agostini, ha trovato anche l’interesse della Regione Piemonte che ne ha finanziato l’estensione a Cuneo ed Alba, oltre che a Torino. Così, dal prossimo settembre, saranno sei le scuole coinvolte dal progetto: a Torino, oltre alla Levi Montalcini, anche la Marconi-Antonelli, la Da Vinci-Anna Frank, e Palazzeschi, a Cuneo la Oltre Stura ed a Alba la Centro Storico.

Il format verrà successivamente proposto in altre province piemontesi e, su base nazionale, da Specchio d’Italia. Il percorso dell’avvicinamento dei piccoli della scuola dell’Infanzia agli audiolibri sarà anche tecnologico attraverso l’uso delle “ocarine”. Made in Italy al 100%, sono state pensate e prodotte a Firenze, contengono decine di fiabe e storie che ogni piccolo può selezionare da sé, semplicemente premendo un tasto.

Arquata, un’area verde per ricordare Marisol

Angelo Conti

Questa mattina alla scuola “Specchio dei tempi” di Arquata del Tronto è stato inaugurato l’orto di Marisol, l’area verde realizzata a ridosso della palestra (anche questa, come la scuola, costruita da Specchio dei tempi e dai lettori de La Stampa) in ricordo della più piccola vittima del terremoto di 4 anni fa: aveva appena 18 mesi.

Da lontano, tutti noi di Specchio partecipiamo a questo momento di vita e di ricordo. Con la promessa che saremo lì, sabato 29 maggio, alla presentazione del progetto “Miniguide”, anche questo finanziato da Specchio dei tempi a favore dei bambini che frequentano la scuola.

Cardioprotetta anche la Poli, quasi 350 defibrillatori donati

Angelo Conti

Questa mattina eravamo alla Gabriella Poli per seguire le prove delle orchestre delle cinque classi della primaria. Ma non potevamo presentarci a mani vuote. E così, aderendo volentieri ad una richiesta della dirigente Mira Carello, ne abbiamo approfittato per donare alla scuola un defibrillatore semiautomatico di ultima generazione. Che è stato collocato nell’apposita teca, nel corridoio centrale della scuola. Presente anche Mario Greco dell’Associazione Lorenzo Greco, partner logistico di Specchio in questa iniziativa.

Sono quasi 350 i defibrillatori donati da Specchio dei tempi a scuole, enti, associazioni oltre a quelli sistemati nelle stazioni della metro, nelle piscine, nei palazzetti dello sport, nelle stazioni, nelle piazze e nelle strade… Parecchie le vite salvate dai “nostri” defibrillatori che vegliano, in silenzio, su di noi e sui nostri cari.