Pasta, olio e pane sul pianerottolo: così Specchio aiuta le famiglie cuneesi in crisi

Di Lucia Caretti
Pubblicato su La Stampa il 5 giugno 2020

Ci sono famiglie, e anziani, che a causa della pandemia non riescono più a comprare nemmeno i beni di prima necessità. Come pasta, latte, olio, salsa di pomodoro, riso, tonno, legumi, pane, zucchero, patate, carote, mele e cipolle. Quei prodotti che Specchio dei tempi porterà in 300 case cuneesi (insieme a un po’ di biscotti e di cioccolata), dal 17 giugno in poi. Un progetto finanziato dal Gruppo Cassa di Risparmio di Asti che prevede sei settimane di consegne per offrire 300 spese gratuite, da 23 chili l’una, ad altrettante persone in difficoltà.

L’iniziativa si chiama “Specchio d’Italia” e vedrà la onlus de “La Stampa” distribuire 69 tonnellate di alimenti in tutta la Granda. Ma pure nel resto del Piemonte: la regione al centro di questo intervento, che tocca pure Liguria, Val d’Aosta, Lombardia, Veneto, Friuli. E permette alla fondazione di soccorrere in modo immediato le fasce più deboli della popolazione, che sono state travolte dalla crisi economica scatenata dal lock down. In totale sono diciotto le città coinvolte: da Cuneo a Verona passando per Asti, Padova, Milano e Torino, dove Specchio sin dall’inizio dell’emergenza ha sperimentato questo tipo di aiuto, semplice e immediato.

RICHIEDI UNA SPESA

I pacchi arrivano infatti direttamente sullo zerbino, senza rischio di contagio. Hanno un valore di circa 60 euro ciascuno e per richiederli basta una mail a specchio.italia@specchiodeitempi.org. Bisogna indicare nominativo, indirizzo e telefono e allegare il modello Isee. Possono presentare domanda tutte le famiglie con domicilio nella provincia di Cuneo e Isee inferiore a 15 mila euro. C’è un altro requisito importante: non bisogna avere proprietà immobiliari significative.

Le richieste possono giungere anche dalle associazioni e dagli enti che sul territorio assistono i più bisognosi. Lo staff di Specchio dei tempi provvederà poi a contattare enti e famiglie, per concordare la consegna. Ulteriori informazioni sul sito spese.specchiodeitempi.org, dove si può pure donare una spesa, con carta di credito, Paypal o Satispay.

 


COME AIUTARE SPECCHIO E DONARE UNA SPESA
In due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

DONA ORA

Alessandria, Specchio e il Gruppo Cassa di Risparmio di Asti portano la spesa a casa

Di Angelo Conti e Lucia Caretti 
Pubblicato su La Stampa il 16 maggio 2020

Duecento  borse della spesa saranno presto in distribuzione, ad Alessandria e provincia, destinate a chi è più in difficoltà. E’ un dono del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti e di Specchio dei tempi che hanno avviato un progetto di sostegno concreto. Dalla prossima settimana cominceremo a raggiungere, con consegne effettuate direttamente sullo zerbino di  casa (così da evitare ogni rischio di contagio), le prime decine di beneficiati. Famiglie, ma anche anziani, toccati duramente dalla pandemia. L’iniziativa del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti (Banca di Asti e Biver Banca), gestita nel progetto “Specchio d’Italia” della Fondazione La Stampa Specchio dei tempi, interessa tutti i capoluoghi delle province piemontesi, cinque comuni lombardi fra cui Milano, due comuni veneti ed uno ligure, Genova.

Intanto Specchio dei tempi continua le sue attività sul territorio. In provincia di Alessandria, la fondazione è già intervenuta, nelle scorse settimane, donando un ecografo polmonare all’ospedale di Novi Ligure e migliaia di mascherine e dispositivi di protezione individuale alle Pubbliche Assistenze  e ad alcune Rsa. E in tutto il Piemonte sono quasi 1,2 milioni i dispositivi di protezione individuali già distribuiti da Specchio, insieme a 150 macchinari, tra cui due tac.

COME AIUTARE SPECCHIO E DONARE UNA SPESA
In due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

DONA ORA

Specchio aiuta le famiglie di Novara e Verbania: 300 spese donate grazie al Gruppo Cassa di Asti

Di Angelo Conti e Lucia Caretti
Pubblicato su La Stampa il 17 maggio 2020

Trecento borse della spesa saranno presto in distribuzione, a Novara e Verbania, destinate a chi è più in difficoltà. E’ un dono del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti e di Specchio dei tempi che hanno avviato un progetto di sostegno concreto. Dalla prossima settimana cominceremo a raggiungere, con consegne effettuate direttamente sullo zerbino di  casa (così da evitare ogni rischio di contagio), le prime decine di beneficiati. Famiglie, ma anche anziani, toccati duramente dalla pandemia. L’iniziativa del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti (Banca di Asti e Biver Banca), gestita nel progetto “Specchio d’Italia” della Fondazione La Stampa Specchio dei tempi, interessa, oltre a Novara e Verbania, tutti i capoluoghi delle province piemontesi, cinque comuni lombardi fra cui Milano, due comuni veneti ed uno ligure, Genova.

Intanto Specchio dei tempi continua le sue attività sul territorio. Per fronteggiare l’Emergenza Covid la onlus ha donato un ecografo alla Cardiologia 1 dell’ospedale Maggiore di Novara. E un secondo ecografo alla Terapia Intensiva Coronarica di Borgomanero, per una spesa complessiva di 111 mila euro. Grazie alla generosità dei lettori de La Stampa sono state anche fornite mascherine, guanti, visiere, tute e camici al Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante – Nebbiuno, Pubblica Assistenza Sre di Grignasco, alla Croce Verde Gravellona Toce e al Corpo Volontari del Soccorso di Ornavasso. In totale, sono stati finora acquistati e consegnati 1,2 milioni di dispositivi di protezione individuale, e 150 macchinari per gli ospedali piemontesi.

Per rinforzare il sistema sanitario la fondazione ha noleggiato un aereo e portato 38 medici ed infermieri specializzati da Cuba a Torino. Ma l’impegno di Specchio è fatto anche di piccoli gesti, come quelli per i bambini di periferia. La fondazione sta donando quaderni e kit di sanificazione per le scuole più disagiate; per sostenere la didattica a distanza ha già fornito 1000 tablet con sim e connessione agli alunni più svantaggiati, oltre a migliaia di ore di ripetizioni online e ad una piattaforma per l’insegnamento. Cose concrete, interventi immediati, dal fronte sanitario a quello sociale.

COME AIUTARE SPECCHIO E DONARE UNA SPESA
In due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

Il Gruppo Cassa di Risparmio di Asti con Specchio: una spesa gratis per 500 famiglie astigiane

Di Angelo Conti e Lucia Caretti
Pubblicato su La Stampa il 16 maggio 2020
Cinquecento borse della spesa saranno in distribuzione, dalla prossima settimana, a Asti e provincia, destinate a chi è più in difficoltà. E’ un dono del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti e di Specchio dei tempi che hanno avviato un progetto di sostegno concreto. Da martedì cominceremo a raggiungere, con consegne effettuate direttamente sullo zerbino di  casa (così da evitare ogni rischio di contagio), le prime decine di beneficiati. Famiglie, ma anche anziani, toccati duramente dalla pandemia. L’iniziativa del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti (Banca di Asti e Biver Banca), gestita nel progetto “Specchio d’Italia” della Fondazione La Stampa Specchio dei tempi, interessa, oltre ad Asti, tutti i capoluoghi delle province piemontesi, cinque comuni lombardi fra cui Milano, due comuni veneti ed uno ligure, Genova.

Intanto Specchio dei tempi continua le sue attività sul territorio. Grazie alla solidarietà dei lettori de “La Stampa” sono stati donati sei altiflussi e un software all’ospedale di Asti, per una spesa totale di 55400 euro: un aiuto indispensabile per i reparti Covid del Cardinal Massaia. Migliaia di mascherine, guanti, camici, visiere, tute sono state consegnate alle croci verdi di Nizza Monferrato, Montemagno e Mombercelli; alla Croce Rossa di Villanova d’Asti e alla Pubblica Assistenza di Tonco, Frinco e Alfiano Natta. E in tutto il Piemonte sono quasi 1,2 milioni i dispositivi di protezione individuali già distribuiti da Specchio, insieme a 150 macchinari, tra cui due tac.

COME AIUTARE SPECCHIO E DONARE UNA SPESA
In due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

DONA ORA

Specchio porta la spesa a 5500 anziani e dona una Tac al Martini

Di Angelo Conti

Specchio dei tempi porta a 5.500 le spese da donare ad altrettanti anziani torinesi. Le nostre spese (che hanno ciascuna un valore di 40 euro e che comprendono anche prodotti freschissimi) sono in distribuzione da tre settimane ma abbiamo deciso di aggiungerne altre 1000 al primo lotto, che era inizialmente di 4500. Le richieste degli anziani (nati dal 1940 in poi) che giungono al 3489338812 (nei giorni feriali dalle 10 alle 13) sono tantissime e vorremmo accontentare tutti. Gli anziani apprezzano soprattutto la modalità di consegna del dono dei lettori de La Stampa: gli viene portato sullo zerbino e senza rischi di contatti. Tutto questo grazie alle sinergie di un pool efficiente: Crescere 1979, Terza Settimana, Conad, Pam, Coop, Conad e Defendini. Specchio dei tempi li ringrazia a nome dei 5500 anziani che stiamo aiutando.

[wds id=”150″]

Intanto ieri l’Asl Città di Torino ha presentato i mezzi mobili con cui verranno avviati i tamponi sul territorio: fra essi anche lo Specchiobus, il Ducato di Specchio dei tempi e dell’Associazione Lorenzo Greco, che è dotato di due ambulatori. Il commissario Carlo Picco non ha usato perifrasi: «Un aiuto preziosissimo per gestire l’accertamento delle guarigioni». Anche ieri Specchio ha distribuito migliaia di dispositivi di protezione individuali all’Unità di Crisi, all’Asl Città di Torino, al San Luigi, alle Molinette ed alla Croce Rossa di Collegno e S. Francesco al Campo. E sono proseguiti i lavori di installazione della nuova tac, donata all’Ospedale Martini (foto in alto).

Questa mattina abbiamo superato la soglia dei 12.000 donatori: sono stati raccolti 8.484.810 euro donati da 12.170 lettori de La Stampa.

COME DONARE
Chi vuole essere con Specchio dei tempi potrà farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare Satispay(qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

Sostieni Specchio con i bollini Carrefour

Sostieni anche tu Specchio dei tempi, partecipando a “Be a SuperHero”! 

L’iniziativa, promossa da Carrefour, devolverà 500.000 € alle Onlus aderenti in proporzione ai voti ricevuti. 

Fino al 5 novembre facendo la spesa nei punti vendita Carrefour con la tessera Payback o rifornimento di benzina presso i distributori Esso, riceverai un bollino (uno ogni 20 € di spesa). Per ogni bollino raccolto, registrandoti al sito www.beasuperhero.carrefour.it, potrai assegnare un voto a una Onlus.

Più voti prenderà la Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi Onlus, più fondi riceverà per sostenere progetti rivolti all’infanzia. 

Per votare c’è tempo fino al 19 novembre.

Vota Specchio dei tempi: un piccolo gesto, da grande supereroe!