Specchio dei tempi dona mille tablet alle scuole torinesi

Di Angelo Conti
Pubblicato su La Stampa il 25 maggio 2020

Specchio dei tempi ha portato a mille i tablet donati a trenta scuole torinesi. Dopo la prima fornitura di 250, si è poi passati a 750, infine a mille. «Ci siamo resi conto – spiega il presidente della fondazione Lodovico Passerin d’Entreves – che c’erano davvero tantissimi bambini, pensiamo soprattutto a quelli delle elementari, che non potevano seguire le lezioni semplicemente perché la famiglia non aveva risorse, in un momento così difficile, per acquistare un device. Il nostro intervento ha risolto mille situazioni difficili, portando la didattica a distanza in case in cui non sarebbe mai entrata».

Su segnalazione dei dirigenti scolastici, Specchio si è poi reso conto che in tante famiglie non c’era il wifi. La fondazione ha così definito un accordo con Tim per far sì che, insieme al tablet, fosse abbinata una sim gratuita con una «carica» tale da garantire la funzionalità sino alla fine dell’anno scolastico. Tecnicamente i tablet sono stati donati alle scuole che li hanno poi assegnati agli studenti più indigenti. Quando la situazione sarà di nuovo normale, i device torneranno a disposizione degli istituti che potranno così impiegarli in altre attività didattiche. I tablet sono stati consegnati anche ai bambini che partecipano ai due progetti contro la dispersione di Specchio: il “Villaggio che cresce” in zona ex Moi/piazza Galimberti e “Stella Polare” in area Giardini Saragat/Barriera di Milano.

La donazione si affianca alle altre iniziative che Specchio ha attuato, negli ultimi due mesi, a favore delle scuole. Dal portale gratuito per la didattica a distanza, alla proposta di lezioni online di recupero individuale, alla distribuzione di un kit di sanificazione a 180 scuole, seguito da un’altra distribuzione di dispenser, disinfettanti e cartellonistica con le disposizioni anti-contagio. Un sostegno concreto, che comincia dalle cose semplici. Quelle che anche i bambini sanno vedere e apprezzare.   

[wds id=”179″]

I PROGETTI DI SPECCHIO DEI TEMPI
In due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

DONA ORA

Dispenser, disinfettanti e cartelloni: Specchio aiuta le scuole a riaprire

Di Angelo Conti e Lucia Caretti

Prima o poi, passata la fase più difficile dell’Emergenza Coronavirus, le scuole riapriranno. E Specchio dei tempi ci pensa. A inizio marzo lo ha fatto rifornendo 180 istituti torinesi con kit di sanificazione. Ed ora continua, in questo suo impegno, dotandole di dispenser, disinfettanti e cartellonistica a sostegno degli accorgimenti anti contagio. Perché per stare davvero vicini al mondo delle scuole bisogna pensare anche alle cose piccole: quelle che la fondazione de “La Stampa” cerca di non trascurare mai.

Grazie alla generosità dei lettori, questa mattina Specchio ha iniziato a consegnare i materiali alla Levi Montalcini di Nichelino e alla Bobbio di Torino. Seguiranno tutte le altre scuole. E sono una trentina quelle che stanno ricevendo i 1000 tablet acquistati dalla onlus: dispositivi con sim attiva e connessione, che vengono assegnati agli allievi più indigenti. Sempre per sostenere la didattica a distanza, Specchio dei tempi ha messo a disposizione una piattaforma e centinaia di ore di ripetizione online, strumenti già utilizzati da una cinquantina di istituti scolastici.

Tutti gli interventi sono finanziati grazie alle donazioni dei lettori: 14489 finora, da 66 paesi del mondo, per un totale di 9.479.547 euro. Da due mesi la fondazione lavora senza sosta per trasformarle in progetti concreti, e immediati, a favore degli ospedali, delle famiglie e delle imprese in difficoltà a causa del virus. Sono già stati acquistati e consegnati oltre 1,2 milioni di protezioni individuali per i sanitari e 150 macchinari per i principali ospedali piemontesi. Quasi 7000 spese sono state donate agli anziani, alle mamme sole e ai più poveri. Grazie al bando per le piccole imprese “Un respiro per Torino“, 220 aziende riceveranno un contributo di 5000 euro nelle prossime settimane. Altre iniziative sono in fase di sviluppo, per portare la solidarietà di Specchio nel resto d’Italia e continuare a dare una mano al Piemonte.

[wds id=”176″]

I PROGETTI DI SPECCHIO CONTRO IL VIRUS
In due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.
Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

Superati i nove milioni di euro, Specchio consegna 500 tablet alle scuole

Di Lucia Caretti
Superati i nove milioni di euro. La sottoscrizione di Specchio dei tempi ha tagliato oggi un altro traguardo: sono 14260 le donazioni raccolte finora dai lettori de “La Stampa” per l’Emergenza Coronavirus, per un totale di 9.020.843 euro. Risorse che la fondazione trasforma ogni giorno in aiuti concreti a favore degli ospedali, delle scuole e delle fasce deboli: anziani, famiglie e piccole imprese in difficoltà.
Stamattina è ripresa la distribuzione dei tablet per gli studenti. Dopo i primi 250, consegnati nei giorni scorsi, da oggi a venerdì Specchio ne consegnerà altri 500, tutti con sim Tim da 10 giga mensili per tre mesi. Le scuole interessate stavolta sono la Pacinotti, la Baricco, la Toscanini, la Duca d’Aosta, la Racconigi, la Cairoli, la Antonelli-Casalegno, la Parini, la Pacchiotti, la Einstein, la Marconi Antonelli, la Cottolengo, la Vivaldi Murialdo, la Turoldo, l’IC Carignano e la Levi Montacini di Nichelino. Ogni istituto fornirà i dispositivi agli alunni più bisognosi. “Questi tablet sono una vera boccata d’aria anche perché sono già dotati di connessione Internet: la mancanza dei device, e della connessione, sono stati finora i due problemi principali dei nostri studenti” ha spiegato stamattina la direttrice della primaria Baricco, Maria Antonietta Roma, ricevendo 30 tablet. “Grazie a tutti i donatori: la vostra fondazione in questi mesi ha dimostrato di saper cogliere immediatamente le necessità delle scuole, e di saper provvedere in maniera tempestiva”.

Prosegue anche l’impegno sul fronte sanitario. Ieri sono state distribuite mille tute idrorepellenti ai principali ospedali della città, dal Mauriziano alle Molinette passando per le strutture dell’Asl Città di Torino. E 19 saturimetri sono stati portati all’ospedale di Chivasso, insieme a tre tablet: un dono di Reale Group che permetterà ai pazienti Covid di comunicare con le loro famiglie. Grazie al contributo di Reale Group, e alla generosità dei lettori de “La Stampa”, Specchio ha lanciato pure un bando per le micro-imprese travolte dalla crisi. Ci sono in palio 220 assegni da 5 mila euro e ci si può candidare fino al 18 maggio. Il regolamento è disponibile su bando.specchiodeitempi.org e le domande vanno inviate mia mail a bando@specchiodeitempi.org.

 [wds id=”173″]
COME AIUTARE SPECCHIO DEI TEMPI
Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Asti – Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”.  Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.
Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

La raccolta di Specchio verso i 4 milioni: proseguono le consegne agli ospedali

Lavazza dona tre milioni di euro a Specchio dei tempi per l’Emergenza sanitaria. Sale così a 3.827.351 euro la sottoscrizione di Specchio dei tempi per sostenere la lotta al Coronavirus. Sono 4.184 le offerte ricevute, a partire ad 1 euro. Significativa, ieri, la donazione di Autocentauro Concessionaria che ha deciso di sostenere la sottoscrizione con 100.000 euro. Il suo amministratore delegato, Alberto Soria, ha già messo a disposizione di Specchio anche un furgone per le consegne dei materiali agli ospedali e delle borse-spesa agli anziani. Numerose, e per qualche verso inattese, anche le donazioni dall’estero: dalla Turchia, dal Brasile, dalla Norvegia, dagli Stati Uniti. Lo staff di Specchio dei tempi ha attivato tutta una serie di interventi, acquistando apparecchiature per gli ospedali  rifornendo di materiali di consumo rianimazioni e pronti soccorso.

SCOPRI DI PIU’: LA DONAZIONE DI LAVAZZA PER SPECCHIO

Decine di migliaia di guanti di lattice, di camici, di cuffie, di occhiali, anche un certo numero di ormai introvabili mascherine. Che stiamo comunque ordinando in importanti quantità. Tutti i nostri interventi vengono notificati all’Unità di crisi della Regione, che è così costantemente aggiornata. Oggi, in mattinata, grazie al mezzo di Auotocentauro abbiamo potuto consegnare in vari ospedali e all’Unità di crisi circa 40.000 guanti sterili: siamo stati al Mauriziano, all’Amedeo di Savoia, al Cottolengo. In settimana abbiamo pianificato importanti consegne di monitor e macchinari alle Rianimazioni di Molinette e Mauriziano.

[wds id=”128″]

Non solo ospedali, comunque. Abbiamo infatti allargato il progetto che mira ora ad aiutare, con una spesa consegnata a casa, oltre 1300 anziani. Si tratta di persone particolarmente fragili, già assistite da Specchio dei tempi con le Tredicesime dell’Amicizia, che raggiungeremo con un aiuto diverso, utile a non uscire di casa, quindi a diminuire concretamente i rischi di contagio. Le scuole restano un focus importante. Tutti gli istituti secondari di primo e secondo grado della regione Piemonte possono accedere al progetto di didattica a distanza #restoascuola, messo a punto da Fondazione Agnelli e Specchio dei tempi, con un contributo di Reale Mutua. Due le opportunità gratuite offerte alle scuole: una piattaforma classica per avvicinare docenti ed allievi online e 100 pacchetti da 100 ore di ripetizione (individuali od a piccoli gruppi), gestibili autonomamente. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito della Fondazione Agnelli, hastag #restoascuola. Ma non ci siamo dimenticati di problemi più spiccioli, come quello della futura sanificazione degli istituti scolastici, alla quale ci stiamo preparando con la donazione di oltre 120 kit ad altrettante scuole torinesi, consegnati dalla Cooperativa Crescere 1979.

COME DONARE

Chi vuole essere con Specchio dei tempi potrà farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare l’applicazione Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.
Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

DONA ORA

"Bambini Sicuri", 128 scuole da domani riceveranno il kit per igienizzare le aule

di Angelo Conti

E’ un week end di lavoro e di controlli. Poi, da domani mattina, inizierà la distribuzione dei kit per l’igiene dei bambini e delle scuole, donati da Specchio dei tempi e da Reale Foundation. Sono 128 le scuole che hanno fatto richiesta del kit, dal peso complessivo di oltre 50 chili, che contiene disinfettanti, prodotti per l’igiene personale e per la pulizia degli ambienti, sapone, asciugamani di carta, carta igienica, panni monouso. La prima consegna avverrà domani, lunedì, alle 8.30 alla scuola elementare Anna Frank di via Cavagnolo 35, presenti il presidente di Specchio dei tempi, Lodovico Passerin d’Entreves, e il direttore generale di Reale Mutua di Assicurazioni, Luca Filippone. Nel corso della giornata di lunedì verranno effettuate 14 consegne. Il progetto verrà completato nel corso della settimana, così da mettere in condizione cento scuole torinesi di accogliere in sicurezza i bambini, quando le autorità decideranno di dare di nuovo il via libera alle lezioni.

Grazie alla Cooperativa Crescere 1979 per la logistica ed anche alla Chemitec di Trofarello, che ha garantito gli approvvigionamenti in tempi rapidi.

Grazie a tutti le persone che ci stanno aiutando: si può donare con un clic qui o con tutte le modalità indicate qui. Il progetto prevede anche un ciclo di incontri per spiegare ai bambini come ci si comporta di fronte ad una epidemia.

Prevenzione, è ripartito il Progetto Giovani Cuori

di Angelo Conti

E’ partita venerdì 30 novembre l’edizione 2018-2019 del Progetto Giovani Cuori voluto e finanziato da Specchio dei tempi e realizzato dall’Associazione Piemonte Cuore. Oltre 300 ragazzi del Liceo Sportivo Primo Levi di corso Unione Sovietica hanno partecipato all’incontro con personale sanitario che ha illustrato loro le ragioni per seguire corretti stili di vita. Gli incontri completano la parte del progetto che riguarda accertamenti medici (elettrocardiogramma, controllo pressione, anamnesi) che riguardano migliaia di ragazzi delle scuole superiori torinesi.