Angrogna, consegnati 18 mila euro: la raccolta continua

Angelo Conti
La Stampa, 29/06/2021

Ieri mattina a Pinerolo, Specchio dei tempi ha incontrato le due famiglie (con 6 figli) che hanno perso la casa nel rogo dello scorso maggio ad Angrogna. La fondazione ha consegnato loro 18.180 euro, raccolti fra i lettori de La Stampa. 

La sottoscrizione comunque continua: i resti della baita dovranno infatti essere rasi al suolo e la struttura ricostruita. Un percorso che si annuncia lungo e complicato, anche da non poche difficoltà burocratiche. «Purtroppo – ha spiegato Silvia Bertin – la nostra vecchia casa non sarebbe in alcun modo irrecuperabile. Il fuoco avrebbe danneggiato persino le lose e le pietre che la sostenevano, come tutte le baite delle nostre montagne. Ci hanno persino detto che dovremo assumerci i costi di smaltimento di queste pietre, fatto che ci sembra quasi incredibile trattandosi appunto di pietre che provengono da quella stessa montagna».

Continua Bertin: «Stiamo cercando di capire se tutte queste valutazioni siano corrette. Ed intanto attendiamo il contributo che ci potrebbe venire dalle assicurazioni, ma anche qui il percorso verso un parziale risarcimento è partito con molta calma. Intanto abbiamo affittato una casa e vivremo lì sino a quando non sarà possibile rientrare in quella baita, che vorremmo comunque ricostruire».

Per le due sfortunate famiglie di Angrogna si può ancora donare qui.

 

Lo Sportello Mobile fa tappa a Pinerolo

L’Eco Del Chisone, 28/06/2021

Dopo un mese di appuntamenti itineranti nelle piazze torinesi, oggi, lunedì 28 giugno, lo Sportello mobile del Risparmio e dello Spid farà tappa anche a Pinerolo, in via del Pino, di fronte allo Specchio Point (lato cortile Vescovado) dalle 14,30 alle 18 circa. L’Educatore finanziario Antonio Cajelli invita tutti i pinerolesi a passare insieme a lui dalle parole ai fatti, dai consigli della sua rubrica mensile su “L’Eco EXTRA” alla pratica. Con lui ci saranno i volontari dell’associazione Articolo 47, che organizza lo sportello con un finanziamento della Fondazione Specchio del tempi.

Alle 15, una breve chiacchierata pubblica sarà l’occasione per spiegare le finalità dell’iniziativa. Parteciperà il giornalista Angelo Conti, della Fondazione Specchio del Tempi. Per tutto il pomeriggio, poi, accedendo allo sportello si potrà trovare aiuto per a capire a cosa serve lo Spid, conoscere i bonus economici e il conto di base, leggere le bollette, ricostruire la vostra situazione debitoria, trovare gli aiuti per le famiglie sovraindebitate, e molte altre problematiche di questo genere. Lo spiega meglio Antonio Cajelli nel video qui sotto, e al link più in basso si può scaricare il pieghevole con tutte le informazioni.

Rogo di Angrogna, una raccolta per le famiglie senza casa

Angelo Conti

Due famiglie, due coppie con 6 figli, la più piccola ha 4 anni. La loro baita è stata distrutta da un incendio, dieci giorni fa, ed ora vivono in 10 in due stanze, una sistemazione di fortuna in attesa di poter trovare una soluzione stabile e tornare alla vita.  Tutto questo ad Angrogna, in Val Pellice, sulle montagne pinerolesi. Un paese che lotta contro lo spopolamento da sempre e che conta appena 800 abitanti, con l’orgoglio di una scuola primaria che sopravvive a fatica, ma sopravvive. E con 30 bambini che frequentano la “interclasse”:  sono la speranza di questo comune ed anche un po’ di questa valle.

Le famiglie Bertin e Ainardi sono da sempre legate a questa terra. “Vivere qui è una scelta – spiegano –  e spesso la distanza dai centri più grandi complica la vita ed anche il lavoro. Ma crediamo nel valore dell’appartenenza al territorio e queste sono le nostre montagne. Faremo di tutto per continuare a stare qui”.

L’incendio li ha sorpresi un mattino all’ora di colazione. “Eravamo in cucina ed abbiamo notato un po’ di fumo. Sono andata in camera da letto e l’ho trovata ormai in fiamme. Il fuoco era partito dal camino e stava aggredendo facilmente una casa, costruita anche con tanto legno. I vigili del fuoco hanno fatto il possibile ma sono rimasti in piedi solo i muri esterni di pietra, l’interno è completamente distrutto. Ci sarà da lavorare molto per tornare a vivere lì”.

Il danno è evidente, quantificabile in molte decine di migliaia di euro. “Qualcosa è coperto dall’assicurazione, perché eravamo in un affitto a riscatto, ma economicamente è una mazzata terribile”. I due capifamiglia sono un camionista ed un elettricista, gente che lavora duro ma con risorse limitate, considerato anche il territorio. La solidarietà della gente di montagna non è mancata:  “Ci siamo trovati vicina tutta Angrogna e questo ci ha dato tanta forza dopo la disperazione iniziale, ma ora siamo di fronte alla sfida più difficile. Quella di trovare risorse ed aiuti per ricostruire la nostra casa e continuare a vivere qui”.

Pinerolo, riapre lo Specchio Point e arriva Forza Nonni

Di Angelo Conti

Riapre mercoledì mattina 28 aprile lo Specchio Point di Pinerolo, nella nuova centralissima sede di via del Pino 70. In locali particolarmente ampi e in grado di garantire condizione igieniche ed ambientali di assoluta sicurezza. E dal 3 maggio è previsto, anche a Pinerolo, il lancio del Progetto Forza Nonni di Specchio dei tempi che ha l’obiettivo di aiutare gli over 80 più fragili con borse della spesa gratuite (due volte al mese), con la disponibilità di una colf (per 4 ore al mese), con un’assistenza telefonica, con la disponibilità di un sostegno psicologico professionale, con l’automatica consegna della Tredicesima dell’Amicizia (500 euro ciascuna) a Natale. Un sostegno, dunque non solo materiale ed economico, ma fatto anche di amicizia e di costante disponibilità.

Quanto allo Specchio Point, che ha lasciato la piccola sede di piazza del Duomo, continuerà ad avvalersi della preziosa collaborazione dei volontari del Rotary Club locale, con i quali Specchio dei tempi lavora ormai da quattro anni e con i quali ha realizzato svariate iniziative sul territorio pinerolese a cominciare proprio dall’attività dello Specchio Point Pinerolo (che ha sinora assistito 238 famiglie in difficoltà ed erogato 74 tredicesime degli anziani, distribuendo così oltre 70.000 euro in aiuti di vario genere), dall’avvio del servizio delle colazioni dei poveri sino al sostegno delle scuole del territorio, all’aiuto per l’acquisto di apparecchiature sanitarie per le rsa, alla realizzazione del bando Livio Griot (122 mila euro) che ha permesso di aiutare una quindicina di studenti e giovani imprenditori del Pinerolese.

Un’altra ventina di piccoli imprenditori pinerolesi hanno ricevuto, il mese scorso, un assegno da 2000 euro nel contesto del bando “Un respiro per Torino 2” e sempre negli ultimi mesi Specchio dei tempi ha tangibilmente sorretto la famiglia della piccola pinerolese Reyana, colpita dalla leucemia. Nei momenti più critici della pandemia, Specchio ha inoltre consegnato migliaia di dispositivi di protezione a pubbliche assistenze di Pinerolo, Cumiana, Piossasco, Luserna San Giovanni, Torre Pellice.

Specchio Point Pinerolo è in via del Pino 70. E’ aperto tutti i mercoledì dalle 9 alle 13. Per prenotazioni ci si può presentare di persona o chiamare il 351/5393917. Tutti possono sostenere le attività di Specchio dei tempi a Pinerolo donando qui.

Pinerolo, i ritratti di Maurizio aiutano Specchio: come ordinare il servizio fotografico solidale

di Lucia Caretti

Si chiama “Una foto per la vita” e ha già coinvolto centinaia di professionisti in tutta Italia: una decina soltanto nel torinese. L’idea è semplice: aiutare gli ospedali che lottano contro il Coronavirus, con servizi fotografici solidali, che non vengono pagati a chi li esegue, ma con una donazione ad una fondazione benefica. Lo studio pinerolese AmRitratti ha scelto di sostenere così Specchio dei tempi, e ha lanciato una promozione a 99 euro a favore della fondazione dei lettori de “La Stampa”. Il pacchetto comprende una sessione di mezz’ora e la produzione di un’immagine digitale postprodotta per il web, del valore di 39 euro. Per prenotare è necessario effettuare un bonifico di 99 euro a Specchio, all’iban IT67L 03069 0960 610000 0117 200, indicando nella causale: “Aiuto Emergenza Corona Virus Una foto per la vita”. La ricevuta del bonifico va inviata a info@amritratti.it. AmRitratti fisserà un appuntamento per gli scatti, e Specchio trasformerà i fondi in progetti concreti e immediati per i sanitari piemontesi.

DONA UN RITRATTO

AmRitratti si trova a Pinerolo, in piazza Duomo, ed è un riferimento per i servizi sui matrimoni. Le due anime dello studio sono Maurizio Andruetto, fotografo professionista, e la sua assistente Silvia. Da due anni si sono specializzati sui ritratti. Sono innamorati del loro lavoro e si lasciano guidare da una celebre frase del fotografo Diane Arbus: “Credo davvero che ci siano cose che nessuno riesce a vedere prima che siano fotografate”.

I PROGETTI DI SPECCHIO CONTRO IL VIRUS
In due mesi di lavoro senza sosta, lo staff di Specchio ha distribuito 1 milione di dispositivi di protezione individuali ai sanitari che lottano contro il Coronavirus: mascherine, camici, cuffie, guanti, calzari, occhiali. Le forniture sono arrivate in 125 strutture, tra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Specchio ha inoltre donato 150, fra macchinari, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 19 ospedali in tutta la Regione. Chi vuole sostenere la fondazione de “La Stampa” può farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con  causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112.  Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un  bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare  Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “ Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.
Infospecchiodeitempionlus@lastampa.it; 011.6568376.

A Specchio 8,2 milioni di euro: raggiunti grazie a 12 mila donazioni

Di Angelo Conti
Pubblicato su La Stampa il 5 aprile 2020

Sottoscrizione di Specchio dei tempi, giorno 26. Tanti numeri: dagli 8,2 milioni di euro già raccolti ai quasi 12.000 donatori. Ma a contare è soprattutto la dimensione degli interventi. Lo staff di Specchio ha distribuito 512.000 dispositivi di protezione individuali, consegnati a 50 fra ospedali, pubbliche assistenze, case di riposo, associazioni di volontariato, medici di famiglia, vigili del fuoco volontari. Ha inoltre donato 146, fra strumenti, apparecchiature, letti ed arredi, alle rianimazioni ed ai pronto soccorso di 16 ospedali, a Torino e in tutto il Piemonte. All’Asl Città di Torino è stata infine prestato lo Specchiobus, il nostro Ducato Maxi attrezzato per l’emergenza e dotato di due ambulatori: lo staff del commissario Carlo Picco lo impiegherà per effettuare i tamponi.

Anche ieri il lavoro non si è fermato ed abbiamo raggiunto diverse realtà di Torino e provincia. Dalla Croce Rossa di Piossasco alla Croce Verde di Pinerolo, alla Rsa Santa Rita di Torino alle Comunità riabilitative di Pinerolo e Val Pellice, dalla Rsa Bianchi di Cumiana sino alla Rsa di Luserna San Giovanni. Intanto stiamo pianificando il lavoro, le installazioni e le consegne di domani e quelle della prossima settimana che avrà, insieme a decine di altre attività, il suo focus sulla consegna della nuova modernissima tac all’Ospedale Martini. Per tutta la settimana continuerà la distribuzione delle spese gratuite agli over 80 e agli anziani poveri.

[wds id=”147″]

COME DONARE
Chi vuole essere con Specchio dei tempi potrà farlo con donazioni online, quindi in totale sicurezza, con causale «Emergenza Coronavirus», Fondo 112Le donazioni sono possibili con carta di credito qui, con un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi. E’ anche possibile usare l’applicazione Satispay (qui non occorre causale, ogni aiuto è automaticamente destinato alla lotta al virus). E’ infine possibile donare anche sulla piattaforma “Rete del dono”. Qui sul sito (e sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter) vengono più volte al giorno pubblicati aggiornamenti sull’andamento della sottoscrizione e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

Specchio ha raccolto 13.760 euro per la bimba pinerolese malata di leucemia

Di Angelo Conti

“Nini” ha cominciato ieri mattina, al Regina Margherita, il quarto ciclo di chemioterapia. La sua lotta contro la leucemia continua. Ma ora si sente più forte: accanto ai suoi genitori ha vicini anche i lettori de La Stampa che, in due settimane, hanno versato a Specchio dei tempi 13.760 che permetteranno alla famiglia della bambina di far fronte alle spese necessarie per sostenere le cure. “Nini”, che in realtà si chiama Reyana, vive infatti a Pinerolo e papà e mamma hanno dovuto, in questi mesi, far fronte a importanti spese per i continui trasferimenti al Regina Margherita, per sostenere i cicli di chemioterapia. Proprio la necessità di stare molto vicini alla piccola ha costretto la mamma a rinunciare a “fare le ore un po’ qui e un po’ là” ed il padre a prendere ferie e permessi nell’azienda dove fa l’operaio.

“Nini”, che porta sempre in testa una cuffia gialla a forma di coniglietto per nascondere la caduta di capelli dovuta alla chemioterapia, pur sofferente ha voluto affidarci un messaggio di ringraziamento per i suoi nuovi 109 amici che hanno voluto effettuare una donazione per lei, attraverso il fondo di Solidarietà di Specchio dei tempi. Anche la mamma, Monica, ha voluto sottolineare come “questo aiuto ci consentirà di vivere con meno angoscia una esperienza difficile e logorante. Potremo così anche dare alla nostra bambina una maggior serenità e rendere meno complessi i trasferimenti che la cura richiede. Nella convinzione, anche grazie a questo aiuto, di poter vincere la nostra battaglia contro la leucemia”.

Specchio dei tempi resta ovviamente vicino alla piccola “Nini”.
Ogni ulteriore donazione (causale “Per Reyana”) verrà immediatamente posta a disposizione della famiglia.
Info: www.specchiodeitempi.org/reyana

VAI ALLA CAMPAGNA DONA ORA

Coronavirus, Specchio dei tempi completamente operativo

Di Angelo Conti

Il coronavirus ovviamente non ferma l’attività di Specchio dei tempi, storicamente rodato di fronte alle emergenze. I nostri uffici di via Lugaro 15 sono completamente operativi. Come è aperto lo Specchio Point di via Santa Maria 6. Per scelte di altri abbiamo però dovuto rinunciare all’attività nelle scuole, negli ospedali e nelle case di riposo, mentre è stata disposta (sempre da altri), la chiusura dello Sportello La Stampa di via Lugaro 21. Da oggi pomeriggio in questa sede non è più possibile effettuare versamenti. Ma potete sostenerci con tutte le modalità indicate qui. Per decisione dei volontari del Rotary Pinerolo mercoledì resterà chiuso anche lo Specchio Point Pinerolo.

Noi comunque ci siamo sempre. Da 65 anni a questa parte, tutti i giorni.  

Specchio è con Reyana, la bimba di Pinerolo che lotta contro la leucemia

Beppe Minello
[La Stampa 12 febbraio 2020] 

 

“Nini, dove sei?”, quasi urla mamma Monica. Nini è di là. Si è nascosta nella sua cameretta e sta accovacciata tra la porta finestra, da dove si vedono le montagne, e il “muro” che ha tirato su ammucchiando, in un equilibrio instabile, una sedia, un mobiletto, qualche libro e scatole di giochi. Quell’angolo di casa è il suo rifugio. Lí si nasconde quando l’ansia dei genitori, la curiosità dello sconosciuto e il malessere con il quale convive dall’agosto scorso, diventano insopportabili. Ma lei, nonostante tutto, sorride sempre. Certo, gli occhi sono tristi, resi ancora più dolenti dalla mancanza di ciglia e sopracciglia, ma Nini, diminutivo di Reyana, si sforza comunque di apparire allegra, aiutata da Bea, un vivace meticcio che le scodinzola dietro per tutta la casa.  Nini ha solo 12 anni ma ha già imparato come tranquillizzare il papà e la mamma.

E’ pomeriggio e, prima di sera, arriverà l’ambulanza della Croce Verde di Pinerolo per portarla al reparto oncologico del Regina Margherita. Lì, Nini affronterà il suo terzo ciclo di chemio per combattere una perniciosa forma di leucemia acuta piombatale addosso l’agosto scorso quando i genitori, preoccupati dalla sua continua stanchezza, da un’inspiegabile obesitá che aveva trasfigurato la loro bambina, alta e robusta e appassionata di ginnastica artistica, si erano precipitati dal pediatra.

VAI ALLA CAMPAGNA DONA ORA

Al medico e ai colleghi  dell’ospedale di Pinerolo sono bastate poche analisi per capire e ricoverare immediatamente la bambina al Regina Margherita. Da quel momento la vita di Reyana, di mamma Monica, 40 anni, di papà Daniele, di 52, non è stata più la stessa. Se era già complicato vivere con lo stipendio di papà, operaio in un’azienda di Pinerolo, e con i pochi euro che mamma Monica raggranellava “facendo le ore un po’ qui e un po’ lá”, da quel momento è diventato quasi impossibile. I lunghi periodi di ricovero al Regina Margherita hanno obbligato la donna a lasciare ogni impiego, sia pur saltuario. La necessità di andare avanti e indietro tra Pinerolo e Torino per restare accanto a Nini, ha spinto il padre ad avvalersi della legge che gli consente il distacco temporaneo dal lavoro la qual cosa, va da sé, si traduce in una riduzione importante dello stipendio. “E quelle poche volte, due o tre la settimana, che decidiamo di far uscire nostra figlia – spiega Daniele U. – siamo obbligati a chiedere l’aiuto della Croce Verde perché Nini non può salire e scendere le scale. L’Asl ci ha detto che il servizio è gratuito ma se ci chiedessero di pagare non ce lo potremmo permettere”. Specchio dei Tempi ha subito offerto un primo aiuto alla famiglia pinerolese. Ma il calvario di Nini e dei suoi genitori non è finito. Dopo questo terzo ciclo di chemio ne seguirà un quarto e ultimo in primavera. Ostacoli che Nini affronta rassegnata ma con preoccupazione: “So già che i primi giorni starò malissimo” dice triste, calcandosi ancora di più sulla testa una buffa cuffia a forma di coniglio con tanto di orecchie. Non la toglie mai. Non vuole far vedere che è senza capelli.” Non ti preoccupare – l’incoraggia la mamma – ricresceranno e non ti cadranno più”. “Gli straordinari medici del Regina  Margherita – dice Daniele U. – ci hanno spiegato che solo, forse, ad agosto si conoscerà il destino di Nini. Speriamo…”.

Specchio dei tempi sosterrà questa bambina nella sua lotta contro la malattia. Chi vuole essere con noi potrà farlo con donazioni, scrivendo nella causale “Per Reyana”, con un bonifico bancario sul conto corrente intestato a Fondazione – La Stampa Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, CODICE IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo. Oppure tramite conto corrente postale numero 1035683943, intestato a Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi. Oppure ancora presso l’Ufficio Abbonamenti de La Stampa in via Lugaro 21 a Torino (anche con carta di credito o bancomat)  dal lunedì al venerdì ore 9.30-13.00 ; 14.00-17.00 (sabato e domenica chiuso).  O allo Specchio Point di via Santa Maria 6 H, sempre a Torino dal lunedì al sabato (9-13).

+ Specchio a Pinerolo accanto alle famiglie in difficolta’
+ Il nostro impegno per il Regina Margherita

VAI ALLA CAMPAGNA DONA ORA

Le Tredicesime dell'Amicizia quest'anno anche a Pinerolo

di Angelo Conti

Le Tredicesime dell’Amicizia di Specchio dei tempi, da quest’anno, verranno distribuite anche a Pinerolo. La consegna avverrà nel pomeriggio di giovedì 5 dicembre, dalle 15 alle 17, presso lo Specchio Point di piazza San Donato 2. Gli anziani del Pinerolese che riceveranno l’assegno da 500 euro saranno 36, per complessivi 18.000 euro. Le Tredicesime dell’Amicizia rappresentano il più consolidato ed amato fra i tanti progetti della Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi: nate 44 anni fa per volontà di un giornalista de La Stampa, Marco Marello, e di una suora di periferia, suor Pierina, volevano rappresentare un aiuto concreto agli anziani più poveri, più deboli e indifesi, soprattutto sotto Natale quando bisogna fare i conti col freddo, i costi del riscaldamento, le malattie, la solitudine, le paure.

Inizialmente i beneficiari furono 30, ma pian piano il loro numero è salito, sino agli attuali 2000. Come è salito l’assegno che viene loro donato: oggi 500 euro. Le condizioni sono che i beneficiati abbiano superato i 65 anni, godano di pensione minima e vivano soli.

Da un anno Specchio dei tempi e il Rotary Pinerolo, con il sostegno di Acea, hanno aperto anche un desk a Pinerolo. Qui, ogni mercoledì, vengono ricevute famiglie in difficoltà che vengono aiutate con contributi per il pagamento di affitti e bollette. Nel primo anno di attività a Pinerolo sono stati erogati circa 30 mila euro a 160 famiglie in difficoltà.

Tutti possono comunque darci una mano. E’ infatti possibile fare un versamento a Specchio dei tempi in piazza San Donato 2 a Pinerolo (il mercoledì mattina dalle 9 alle 13) presso lo Specchio Point Pinerolo, in via Santa Maria 6H a Torino presso lo Specchio Point, tutte le mattine, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 (anche con bancomat e carta di credito). Oppure con un bonifico bancario sul conto corrente intestato a Fondazione – La Stampa Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, CODICE IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo. Oppure tramite conto corrente postale numero 1035683943, intestato a Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi. E’ possibile utilizzare la carta di credito per donazioni online, cliccando qui. Tutti i versamenti (esclusi quelli in contanti) sono fiscalmente deducibili.

A favore delle Tredicesime andranno anche gli utili del Concerto di Natale di Specchio dei tempi, in programma il 12 dicembre all’Auditorium del Lingotto di Torino, con sul palco Ezio Bosso e la Europa Philarmonic Orchestra (biglietti qui). Per informazioni specchiotempi@lastampa.it; 011.6568376.

Stamattina al Regina Margherita per aiutare bambina colpita da leucemia

Di Angelo Conti

Questa mattina, a nome dei nostri donors, Specchio dei tempi è intervenuto al Regina Margherita per incontrare ed aiutare la mamma di una bambina di 11 anni, pinerolese, iscritta alla prima media presso la scuola Silvio Pellico, colpita da una grave forma di leucemia. La bimba, che si chiama Reiana, da ben 78 giorni sta sostenendo un severo ciclo di cure e di chemioterapia che potrebbe essere propedeutica ad un trapianto di midollo. “I medici al momento – spiega la mamma Monica (che si era rivolta allo Specchio Point di Pinerolo) – non si sbilanciano. Parlano di qualche segno di miglioramento, ma siamo stremati da questi 78 giorni di cura. Tutti i giorni dobbiamo spostarci da Pinerolo a Torino e poi tornare. Mio marito, che è un operaio, si è messo in congedo per poterci accompagnare. Inoltre dobbiamo pagare tutti i farmaci in fascia C. Non ho più i soldi per l’affitto e sono rimasta indietro”. L’intervento economico di Specchio dei tempi a favore di questa sfortunata famiglia è stato immediato.

VAI ALLA CAMPAGNA DONA ORA

Il 3 novembre teatro dialettale a Pinerolo per aiutare lo Specchio Point

Di Angelo Conti

Il teatro dialettale è certo un teatro di nicchia, ma è la casa delle tradizioni, dei nostri vecchi, dei nostri ricordi. In questo contesto si inserisce l’ultimo lavoro della Compagnia Teatrale Vej e Giovo di Buriasco, “Ciapa lì”, che andrà in scena domenica 3 novembre alle 15,30 al Teatro Sociale di Pinerolo. L’intero incasso sarà devoluto a Specchio dei tempi, a sostegno del progetto “Specchio Point Pinerolo” che vede ogni settimana interventi in favore di famiglie in difficoltà. Un progetto solidale sviluppato e gestito insieme al Rotary Pinerolo.

“Ciapa lì” è una commedia in tre atti, scritta da Daniele Mourglia, Maria Gabriella Bellone e Aldo Selvello. Il tema è un classico dei palcoscenici: la morte di un aristocratico e la contesa fra parenti per l’eredità. Emergono così intrighi, sotterfugi, equivoci, ipocrisia per mettere a nudo la parte più meschina dell’animo umano.

La trama si dipana in un salotto bene dove la governante piange la morte del suo datore di lavoro, noto scrittore morto d’infarto. Saputa la notizia, conoscenti e familiari cominciano ad arrivare nell’appartamento: il dottore che constata la morte, il genero, la figlia e per ultima la moglie. Un lutto che porta tutti i personaggi a tirare fuori il peggio di loro stessi: vogliono avere la loro parte e guadagnarci. Una corsa al denaro per accaparrarsi l’eredità che dovrebbe scandalizzare ma che, invece, cattura lo spettatore regalandogli due ore di autentico divertimento.

=====

TEATRO SOCIALE PINEROLO. Piazza Vittorio Veneto 24.
Domenica 3 novembre, ore 15.30.
“Ciapa lì…”, commedia dialettale in 3 atti. Compagnia Teatrale Vej e Giovo di Buriasco
Ingresso 10 euro. Biglietti alle casse del teatro.